Sony Xperia XA2, la recensione: il medio gamma del 2018 che convince in tutto!

Dopo aver parlato del Sony XA2 Ultra,  oggi parleremo del Sony XA2, molto simile all’ultra ma decisamente più “tascabile” e manegevole. Per molti aspetti, sopratutto tecnici, questi due device sono identici come ad esempio per il processore, la ram, la memoria interna, la tecnologia del dislay e altre caratteristice che scoprirete solo leggendo la mia recensione. Pronti, via!

UNBOXING

Nella confezione in cartone troviamo un cavo USB/USB-C, un paio di sufficienti cuffie stereo e un alimentatore 5V/1.5A.

COSTRUZIONE

E’ costruito egregiamente e con materiali assolutamente ottimi, infatti abbiamo il frame, le due bande inferiori e superiori in alluminio e la back cover in policarbonato di egregia qualità che a primo impatto vi sembrerà metallo, ma non lo è. Vediamolo un pò nel dettaglio:

  • Lato destro: abbiamo il bilanciere del volume, il tasto Power circolare e l’immancabile, per fortuna, tasto rapido per richiamare la fotocamera, non utile ma utilissimo!
  • Lato sinistro: qui è collocato il carrellino per la sim e la microSd, il mio modello è un singleSim, ma è disponibile sul mercato anche il modello DualSim;
  • Inferiormente: troviamo l’ ingresso USB Type-C, lo speaker e il microfono principale;
  • Superiormente: si trova l’entrata jack di 3.5mm e il secondo microfono;
  • Frontalmente: abbiamo un display da 5.2″ di ottima qualità ma ne parleremo dopo, la capsula auricolare, la Camera anteriore da 8 megapixel con opzione grandangolare per riprese/selfie a 120°, la sensoristica e il led di notifica;
  • Posteriormente: è presente la Fotocamera Principale da 23 megapixel con apertura di f/2.0, il singolo Flash Led e il sensore biometrico (sinceramente la posizione a me non piace per niente, mi risulta scomoda e difficile da trovare, preferisco avere il sensore sul davanti come sul P20, comunque è un pò lento a sbloccare e a volte riconosce troppi tocchi e si blocca).

DISPLAY

Questo XA2 è dotato di un bel display da 5.2″ con risoluzione 1920 x 1080 pixel (Full HD) e tecnologia IPS.  Considerando ormai che gli smartphone attuali vengono prodotti con display sempre più grandi, usare uno smartphone con questo pannello è un piacere. Appena configurato, sinceramente, non mi piaceva molto perchè trovavo i colori un pò spenti, ma attivando la modalità Super-Vivid dalle impostazioni del Display, dove si può anche modificare il bilanciamento del bianco, sembrava di avere un Amoled con colori brillanti e con alti contrasti. Forse gli unici due “difetti”, sempre se si possono chiamare così, sono la luminosità automatica un pò lenta a rilevare i cambiamenti di luce e la luminosità massima che non risulta altissima, anche se sotto la luce diretta del sole non dà tanti problemi. Dimenticavo, è un IPS quindi non troverete neri profondi, inoltre gli angoli di visuale sono buoni ma non eccellenti, infatti inclinandolo i colori diventano meno brillanti. Oltre a questo sono rimasto decisamente soddisfatto di questo pannello.

PROCESSORE

Il comparto hardware di questo XA2 è di degno medio gamma con  lo Snapdragon 630 octa core da 2,2 GHz, GPU Adreno 508, 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna espandibile utilizzando una microSD. Sincermante non c’è da dire molto al riguardo in quanto offre ottime prestazioni e un risparmio energetico davvero alto, infatti in stand-by consuma pochissimo e in generale non scalda facilmente se non sotto stress. Se si vuole produrre un device di medio gamma con risultati prestazionali più che sufficienti, usando questo comparto hardware si ottiene senza problemi, davvero ottimo.

FOTOCAMERA

Il discorso da fare qui è il medesimo fatto per il Sony XA2 Ultra. Infatti il comparto fotografico è esattamente identico, quindi vi riporto quanto scritto nella recensione dell’ Ultra: E’ dotato di una fotocamera da 23 megapixel ƒ/2.0 con singolo led flash, ma non è presente la stabilizzazione ottica,  in condizioni di luce ottimale le foto di questo XA2 sono belle, ricche di dettaglio, ma con poca luce, invece, si vedono un po’ i limiti dell’assenza dello stabilizzatore e i risultati non sono esaltanti, le foto si riempiono di rumore e d’impastamento di colori. Bene nei video, dove possiamo arrivare fino alla risoluzione 4K (avviando l’app dedicata) utilizzando la stabilizzazione elettronica. In Full HD è invece possibile, almeno fino a 30 fps, attivare anche la registrazione video in modalità HDR. ”  Il discorso cambia un pò per la Fotocamera anteriore perchè nella versione Ultra abbiamo due sensori mentre su questo modello ne abbiamo solo uno da 8 megapixel con opzione grandangolare per riprese/selfie a 120° che si comporta comunque come la Fotocamera principale anche se qui abbiamo il fuoco fisso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDIO

L’ audio di questo XA2 è mono e la qualità è sulla media, con un suono alto e nitido. Nessun problema dalla capsula auricolare che restituisce un suono forte e preciso.

SOFTWARE E CONNETTIVITA’

Il Sony XA2 è stato commercializzato già con Android Oreo preinstallato. L’interfaccia è praticamente stock, infatti gira tutto in maniera fluida e con grande rapidità, ma Sony ha voluto inserire alcune personalizzazioni coma la modalità ad una mano, le Xperia Actions ( è una funzionalità che consiste nell’impostare varie azioni che lo smartphone va a fare in determinati orari e in determinati luoghi), modificare la gamma di colori e il bilanciamento del bianco, ha inserito inoltre anche alcune app proprietarie come Movie Creator e Sketch.  L’abbinamento android stock con questo comparto hardware, usato in questo XA2,  fa girare tutto senza intoppi e l’esperienza d’uso è decisamente appagante. Buona la connettività: LTE fino a 600 Mbps, Wi-Fi a/b/g/n e Bluetooth 5.0 e l’ NFC.

Nella foto potete anche vedere i risultati di AnTuTu Benchmark.

AUTONOMIA

La batteria da 3300 mAh garantisce senza grossi sforzi un’intera giornata e se non lo si stressa troppo anche qualcosa in più. Personalmente ci ho fatto quasi 5h di schermo attivo in 1g e 6h. Ottimo risultato davvero! Se andrete ad attivare poi il risparmio energetico di Sony, lo Stamina, allora vi dimenticherete anche di caricarlo. E’ presente anche il supporto al Quick Charge 4.0 di Qualcomm, peccato davvero che Sony non abbia inserito nella confezione un caricatore adeguato. Autonomia assolutamente Super!

Arriviamo alla conclusione finale: volete uno smartphone con un ottimo comparto hardware, che scatta buone foto, con android quasi stock e con un’autonomia eccellente!? Perfetto andate sul link qui in basso per vedere quanto costa e compratelo non vi deluderà assolutamente!

Pro
  • Ottima autonomia
  • Display di ottima qualità
  • Ergonomia ottima
  • Ottime foto con buona luce
Contro
  • Le foto perdono di qualità con scarsa luce
  • Neri non profondi virano al grigio
  • Sensore biometrico lento e impreciso
8
Consigliato
Display - 8
Hardware - 8
Software - 8
Fotocamera - 7
Autonomia - 9

Dì la tua!

9 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: