Sony Xperia 10, la recensione: un medio gamma con un display da 21:9, convince?

Sony ormai ci sta abituando ad innovamenti e cambiamenti, come con gli Xperia XZ2 e XZ3 che hanno adottato una linea più morbida e meno squadrata, arrivando a questo Xperia 10 (e il top di gamma l’Xperia 1) che adotta un display con formato 21:9 questo dà la possibilità di avere una diagonale da 6″ con una larghezza decisamente contenuta. Ma sarà la giusta soluzione? O meglio, questa novità del 21:9 è la miglior caratteristica di questo Xperia 10 o ne avrà altre?

UNBOXING

Purtroppo non avendo la confezione di vendita definitiva, ma solo quella riservata ai giornalisti, non posso parlarvi nel dettaglio di quello che troverete al suo interno, posso dirvi però che ci sarà il classico caricatore da parete, non rapido, e delle cuffie di media qualità.

COSTRUZIONE

Partiamo subito dicedo che in questo caso Sony ha utilizzato il policarbonato per la scocca di questo Xperia 10, un materiale sicuramente meno nobile ma che comunque offre di un’ottima qualità costruttiva, come in questo caso. Abbiamo solo un inserto in alluminio nella parte inferiore dove si trovano il microfono, lo speaker e la porta USB-C. Il policarbonato però ha un piccolo difetto, cioè rende questo smartphone un tantino scivoloso e, visto il formato da 21:9, non è sempre facile utilizzarlo con una mano. Le cornici sono decisamente contenute sia sui lati sia nella parte inferiore, viceversa non lo sono nella parte superiore dove il bordo è decisamente più ampio. Ma andiamo ad analizzarlo nel dettaglio:

  • Lato destro: ecco qua il primo punto critico, infatti abbiamo su questo lato il tasto Power (che non è integrato nel sensore biometrico) e il bilanciere del volume, che sono praticamente a filo della scocca e sono davvero difficili da trovare e da premere, tra questi due abbiamo il sensore d’impronte non velocissimo e non molto preciso;
  • Lato sinistro: su questo lato abbiamo lo slot per le due NanoSim, ma è possibile inserire una scheda MicroSd rinunciando al DualSim;
  • Lato superiore: qui abbiamo il secondo microfono per la riduzione dei rumori ambientali e l’entrata jack da 3.5mm;
  • Lato inferiore: abbiamo la classica disposizione: speaker, porta USB-C e microfono principale;
  • Fronte: abbiamo un display da 6″ in formato 21:9, con la capsula auricolare, il led di notifica, la sensoristica e la fotocamera anteriore da 8 megapixel f 2.0;
  • Retro: qui troviamo il doppio modulo fotografico (13 + 5 megapixel) con il flash led e la scritto Sony al centro.

Ovviamente una delle caratteristiche principali di questo Xperia 10 sono le dimensioni, infatti sono di 155,7 x 68 x 8,4 mm con un peso di 162Gr. Non è presente alcuna certificazione contro acqua e polvere.

DISPLAY

Come scritto precedentemente, questo Xperia 10 è dotato di un display da 6″ in formato 21:9, in tecnlogia IPS e con risoluzione FULLHD (1080×2520). Dalle impostazioni è anche possibile gestire il bilanciamento del bianco e modificare la gamma colore e contrasti, scegliendo tra due opzioni: la Super-Vivid e la Standard. In linea di massima questo non è affatto un brutto display, però una cosa che sicuramente fa storcere il naso sono i neri molto poco profondi e gli angoli di visione, dove le immagini scure virano moltissimo verso il grigio, invece in fedeltà cromatica e in contrasti ci siamo. Bene la luminosità adattiva anche se a cambiamenti bruschi di luce e leggermente pigro.

PROCESSORE

Parliamo adesso del processore, all’interno di questo smartphone troviamo un modesto Snapdragon 630 , con CPU Cortex-A53 da 2,2 GHz octa-core e la GPU Adreno 508, con 3GB di Ram e 64GB di memoria interna. Una scelta sinceramente che non capisco è perchè usare una composizione hardware così datata. Le prestazioni generali non sono soddisfacenti, tanti rallentamenti e una velocità generale assolutamente sotto la media, coi tempi di caricamento abbastanza lunghi visto gli standard attuali. Unica cosa positiva è che scalda davvero poco. Peccato però, da amante dei dispositivi Sony e soprattutto dopo aver provato diversi smartphone del colosso giapponese, è la prima volta che mi capita uno smartphone che non eccelle per prestazioni ed esperienza d’uso. Ecco i risultati di Antutu:

FOTOCAMERA

Questo Xperia 10 è dotato di un doppio modulo al posteriore, con il sensore principale da 13 megapixel f 2.0 e il secondario da 5 megapixel che viene utilizzato per calcolare la profondità di campo. Ci sono varie modalità di scatto, come la modalità Pro, la modalità automatica, la panoramica e quella per l’effetto bokeh, diciamo le classiche modalità che troviamo su tutti gli smartphone di questa fascia di prezzo. La qualità degli scatti è decisamente buona in condizioni di luce ottimale, al calare della luminosità, come per tutti gli smartphone di fascia media, la qualità cala e si evidenziano pochi dettagli e zone non messe a fuoco correttamente.  I video possono essere girati al massimo in 4K o a 30 o a 60 fps e la qualità generale è sicuramente molto buona con video nitidi e fluidi, anche se a 60fps si ha qualche scattino in più. Abbiamo anche la possibilità di registrare in Slow-motion ma a solo 120fps. La fotocamera anteriore è da 8 megapixel f 2.0 e i risultati finali sono identici a quelli della fotocamera posteriore, molto buoni con luce ottimale, invece con poca luce la qualità cala drasticamente. Diciamo che in linea di massima siamo sui livelli della concorrenza.

AUDIO

L’ audio su questo Xperia 10 è solamente mono. Si sente abbastanza bene anche se ho notato che in alcuni giochi gracchiava un pò a differenza di quando si vedono video su Youtube, sinceramente non so a cosa è dovuto, ma mi sembra giusto segnalarlo. Nessun problema dalla capsula auricolare.

SOFTWARE E CONNETTIVITA’

Come per tutti i dispositivi Android, anche su questo “10” abbiamo praticamente Android Stock. Infatti abbiamo l’ultima release del robottino verde cioè Android 9 Pie con le patch di sicurezza aggiornate a Maggio 2019. Sony però ha inserito comunque alcune sue funzioni come la Side sense ( funziona come un cassetto attivabile con un doppio tocco dove è possibile trovare le app più usate o quelle preferite) e il doppio tocco sul tasto Home per ridurre il display facilitando l’uso ad una mano. Un piccolo intoppo è, che avendo a disposizione un display in formato 21:9, molte app al momento non sono ottimizzate, ma pian piano si stanno aggiornando. Un vantaggio invece di avere questo formato a disposizione è di avere più elementi presenti sul display, ad esempio quando si consulta una pagina web. Bisogna dire infine che il tutto gira nel modo giusto, ma sempre con quella lentezza generale, ad esempio nel passare da un app all’altra, ma questo non è un problema dovuto all’interfaccia ma all’uso di un processore ormai datato.

AUTONOMIA

l’Xperia 10 è alimentato da una batteria da 2870 mAh e i risultati finali non sono dei migliore, si poteva fare assolutamente qualcosa in più. Con il mio uso stress sono riuscito a fare 4H di display attivo in 16 ore di utilizzo.

CONCLUSIONE

Questo smartphone è sicuramente diverso dagli altri, visto ormai che tutti i device si assomigliano moltissimo anzi a volte si confondono uno con l’altro. Lui è diverso con il suo formato 21:9 che sinceramente durante l’uso giornaliero non dispiace affatto. Contro a questo abbiamo però delle prestazioni non eccellenti e una fluidità generale davvero penosa in alcune circostanze. Lo consiglio? Non saprei, dipende da cosa cercate. Se volete uno smartphone “diverso” ok, se volete qualcosa più prestante dovete optare per qualche altro device.

Pro
  • Il nuovo formato con display a 21:9
  • Ergonomia
  • Software aggiornatissimo
Contro
  • Autonomia sotto la media
  • Neri poco profondi
  • Lentezza generale
6.7
Suffi- ciente
Display - 7
Hardware - 5.5
Software - 8
Fotocamera - 7
Autonomia - 6

Dì la tua!

1 0