Sony Xperia XZ2, la recensione: un fulmine, bello e concreto! Ma…

Dopo aver testato il piccolo della famiglia, l’Xperia XZ2 Compact, oggi vi porto la mia esperienza con il Top di Gamma (ormai ex visto l’ uscita del XZ3) Xperia XZ2. Con questo smartphone l’azienda Nipponica ha voluto segnare il cambio generazionale con il passato e direi che ci è riuscita. Se il Compact non mi è piaciuto tantissimo esteticamente, con questo XZ2 mi sono ricreduto, infatti devo dire che mi piace particolarmente nonostante sia molto scivoloso. Iniziamo subito la recensione completa.

UNBOXING

La confezione di Xperia XZ2 contiene al suo interno un alimentatore 9V/1.35A, un cavo USB/USB-C, un adattatore da USB-C a jack audio e anche un paio di cuffie di buona qualità.

COSTRUZIONE

La qualità di questo smartphone è indubbiamente di ottimo livello, con il frame in alluminio e la back cover in vetro. Quest’ultima ha subito un trattamento oleofobico davvero forte, infatti trattiene molto poco le ditate, ma questo trattamento lo rende scivolosissimo, infatti se non state attenti vi cadrà dalle mani in un lampo o se lo lasciate su una superficie non piana lentamente cadrà per terra.  Oltre a questo la back cover è bombata e questo lo rende particolarmente comodo da usare anche con una mano. Analizziamolo nel dettaglio:

  • Lato destro: qui abbiamo il bilanciere del volume posizionato un pò troppo in alto per qusto si fa fatica a raggiungerlo, il tasto Power, che invece è posizionato troppo in basso e il classico tasto per richiamare la Fotocamera. Sia il bilanciere del volume, sia il tasto Power, sono collocati in posizioni un pò innaturali e sopratutto all’inizio si farà un pò di fatica;
  • Lato sinistro:  pulito;
  • Lato inferiore: troviamo il microfono principale e la porta USB Type-C;
  • Lato superiore: qui c’è il secondo microfono per la riduzione dei rumori ambientali e lo slot per la microSim e per la MicroSd. Peccato che non sia un DualSIM;
  • Fronte: abbiamo un grande Display da 5.7″ di grandissima qualità, ma ne parliamo dopo, lo speaker inferiore, la capsula auricolare ( che ha la funzione di speaker, quindi STEREO), il led di Notifica e la scritta Sony in basso subito sopra lo speaker;
  • Retro: qui  sono presenti sia la Fotocamera Principale da 19 megapixel ƒ/2.0, sia il lettore biometrico entrambi in una posizione abbastanza innaturale. Infatti quando si vuole sbloccare il device, a volte lo si confonde con la Fotocamera perchè sono collocati entrambi troppo in basso e si fa fatica a distinguerli.  Oltre a questi, abbiamo anche il sensore di spettro colore, il sensore della messa a fuoco laser, il singolo led flash,  il simbolo del chip NFC e la scritta Xperia in basso.

Le dimensioni di questo XZ2 sono abbastanza importanti , infatti sono di 153 x 72 x 11.1 mm con un peso di ben 198 g, non leggerissimo, però questo da un senso di robustezza. Ovviamente come i suoi predecessori è equipaggiato contro acqua e polvere secondo gli standard IP68.  Posso sembrare pesante, ma lo ripeto mi è piaciuto molto!!

DISPLAY

Questo Sony Xperia XZ2 è dotato di un display da 5.7″ con risoluzione FullHD+ (2160 x 1080 pixel), IPS e in formato 18:9.  Bello in tutte le condizioni, si vede perfettamente sotto la luce diretta del sole, i colori sono naturali e brillanti, questi si possono gestire dalle impostazioni scegliendo tra tre settaggi, io ho scelto il SuperVivid per colori carichi e contrasti elevati, molto simile ad un Amoled. Oltre a questo si può settare il bilanciamento del bianco, se si vuole un bianco più caldo o freddo. Ottimo davvero questo pannello, supporta l’ HDR ed è dotato di tecnologia Triluminos, senza ombra di dubbio uno dei migliori IPS sul mercato, considerando i neri abbastanza profondi e gli angoli di visuale davvero ottimi.

PROCESSORE

Ovviamente è un Top di gamma, quindi abbiamo un potentissimo Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz, con GPU Adreno 630, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD. C’è poco da dire in effetti va alla grande, veloce anzi un fulmine nell’aprire e chiudere le app, la gestione della Ram è ottima infatti le app rimangono sospese senza che vengano chiuse, mai un rallentamento, mai un ricaricamento e i surriscaldamenti sono inesistenti. Favoloso davvero ma una critica che mi sento di fare a Sony è la quantità di Ram. Ormai il taglio 4 – 64 è da Medio gamma, mi sarei aspettato almeno 6gb di Ram, certo la differenza non si nota, ma per gli amanti della scheda tecnica forse sarebbe stata una scelta più giusta anche perchè questo smartphone quota sulle 500 – 600 €.

FOTOCAMERA

Inizio subito con una critica, se compro un Top di Gamma mi aspetto che faccia foto di alta qualità e che abbia la stabilizzazione ottica, putroppo quest’ultima non è presente, certo abbiamo quella digitale, ma non è la stessa cosa e questa è una mancanza che può fare la differenza nel momento della scelta di un nuovo smartphone. Per quanto riguarda la qualità fotografica, il sensore principale di questo XZ2 è 19 megapixel ƒ/2.0 con sensore di spettro colore. I risultati sono davvero di ottimo livello con foto nitide e piene di dettaglio, anche di sera ma, come detto prima, la mancanza di una stabilizzazione rende difficoltoso a volte ottenere degli scatti di qualità, purtroppo in questi casi la messa a fuoco è un pò lentina e il sensore non riesce a catturare molta luce, però i risulati alla fine sono sicuramente buoni. I video possono essere girati al massimo in 4K di buona qualità, ma se volete video fluidi e senza cali di frame rate vi consiglio di scegliere l’opzione 1080p con l‘HDR attivato. Ovviamente il pezzo forte è lo slowmotion in FullHd a 960fps (che dimezza il tempo di rallentamento) ma io ho preferito il buon vecchio HD. Poi scaricando altre implementazioni della fotocamera è possibile fruttare il sensore per gli effetti bokeh, abbastanza buoni ma è necessaria una buona luminosità, al contrario il soggetto non verrà ritagliato bene lasciando alcuni contorni sfocati. La Fotocamera anteriore è da 5 megapixel (ƒ/2.2), un pò pochi ma i risultati non sono male, buoni i selfie ma i video lasciano un pò a desiderare.  Sulla Fotocamera Sony poteva fare qualcosina in più.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDIO

Abbiamo lo speaker stereo che restituisce un suono di qualità con ottimi bassi, ma l’audio non è tra i più alti. Sony ha inserito anche la vibrazione dinamica, attivando questa opzione il device vibrerà in base all’audio. Nessun problema dalla capsula auricolare si sente forte e chiaro 🙂

SOFTWARE E CONNETTIVITA’

Questo XZ2 viene commercializzato con Android 8.0 preinstallato e al momento abbiamo le pacth di sicurezza aggiornate ad Agosto 2018. Per quanto riguarda gli aggiornamenti, non rimarrete mai delusi sono sempre velocissimi. Per quanto riguarda il software vi ripropongo quanto detto per il suo fratello minore il Sony XZ2 Compact, “si tratta di un software praticamente stock che favorisce la velocità e l’affidabilità ed ha alcune funzioni inserite dal produttore come le Xperia Actions, che eseguono azioni automatizzate in base al contesto, la pulizia intelligente della memoria interna e della RAM, la possibilità di personalizzare il sistema con temi, icone, modificando le animazioni della home e le icone di sistema”.  C’è anche la possibiltà dell’uso con una mano e una serie di app proprietarie come Sketch, Movie Creator e Creazione 3D. Tutto va velocissimo e offre un’esperienza d’uso davvero appagante. Ottima la connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual band, NFC, GPS assistito da GLONASS/Galileo e una porta USB-C 3.1 con supporto all’uscita video.

AUTONOMIA

La batteria di questo XZ2 è da 3180 mAh, questo mi ha permesso di ottenere un risultato eccezionale, considerando che stiamo parlando di una batteria non grandissima. Sono riuscito a fare ben 5h e 20m di schermo attivo in 1g e 8h. Davvero fantastico grazie ad un software leggero e ottimizzato e anche ad un 845 che riesce a contenere i consumi energetici.

Conclusione

Lo consiglio? beh per gli amanti di Sony certamente si, ma ad un prezzo più basso, infatti con l’uscita del XZ3 il prezzo calerà e potrà essere un’occasione da cogliere. Tutto gira nel modo giusto, ma l’assenza della stabilizzazione potrà magari far cambiare idea e scegliere un altro prodotto, però se per voi non è una caratteristica molto importante allora non ve ne pentirete.

Pro
  • Autonomia Straordinaria
  • Costruzione eccezionale
  • Aggiornamenti veloce e frequenti
  • Ottimo display
  • Ricezione molto buona
  • Velocissimo
Contro
  • Un pò grosso
  • Sensore biometrico e la Fotocamera collocati un pò troppo giù
  • Manca lo stabilizzatore ottico nella fotocamera
  • Scivolosissimo
8.7
Ottimo
Display - 9
Hardware - 9
Software - 8.5
Fotocamera - 8
Autonomia - 9

Dì la tua!

13 0