Il futuristico display di LG Wing
Il futuristico display di LG Wing

LG Wing, la recensione: uno smartphone che prova a far cambiare le abitudini nell’uso quotidiano

Uno smartphone che prova a far cambiare le abitudini dell'utente nell'uso quotidiano, con straordinarie novità

Ultimo aggiornamento:

Con LG Wing, il brand sta provando a riacquisire nuova verve per potersi rilanciare, portando tante innovazioni che possano svoltare la nostra vita quotidiana quando si usa uno smartphone, per farci compiere un ulteriore passo avanti verso il futuro. Scopriamole insieme nella recensione completa, analizzandone tutte le funzionalità.

LG WING smartphone 5G con Display OLED 6.8'' ruotabile, schermo...
  • LG WING rivoluziona la tua...
  • Modalità con schermo aperto:...
  • Modalità con schermo chiuso:...
  • La sua forma innovativa...
  • Gimbal Motion Camera: LG WING...

Ultimo aggiornamento 2021-01-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Premessa

Alcuni brand, più di altri, cercano sempre delle soluzioni per provare a sorprenderci, smartphone pieghevoli, fotocamere rotanti, smartphone con un display allungabile e tanto altro.

LG, nel settore, è ormai da diversi anni che prova ad introdurre quella grande novità, (Dual screen, Air gestures, tutte cose ‘inventate’ da LG) che possa svoltare la nostra vita quotidiana quando si usa uno smartphone, per farci compiere un ulteriore passo avanti verso il futuro.

Hardware e design

Il design che risalta subito per la particolarità
Il design che risalta subito per la particolarità

Analizzando l’estetica del device, il form factor è sicuramente la prima cosa che salta all’occhio quando si usa questo device.

È estremamente stretto, comodo da tenere in mano, sebbene sia molto pesante, la sua forma molto “telecomandosa” lo rende abbastanza facile da tenere in mano e molto ergonomico.

Le dimensioni infatti sono: 169,4 x 74,5 x 10,9 mm

Questo Lg Wing, sulla carta non si presenta come un vero e proprio ‘top di gamma’, o meglio, lo è, ma non nel processore.

LG Wing infatti sotto la scocca ha uno Snapdragon 765g che ovviamente non è l’865, che ormai associamo automaticamente agli smartphone di fascia altissima, ma vi assicuro che in termini di prestazioni, quasi non ve ne accorgerete delle differenze. Lo smartphone è velocissimo, compie qualsiasi operazione senza alcun problema, ed anche nelle sessioni più complesse si comporta bene.

Il processore in questo caso, è stata una scelta saggia in quanto è nettamente meno energivoro rispetto all’865, infatti la batteria da 4.000mAh riesce a portarci a fine giornata tranquillamente con un bel po’ di autonomia residua! per cui optare per lo snapdragon 765G possiamo definirla come una scelta ottima da parte del brand, per contenere i costi e soprattutto i consumi energetici.

La connettività resta al top, sia sotto WiFi che sotto rete dati, le prestazioni del Bt 5.1 ormai non danno alcun tipo di problema con pairing e reattività.

La porta usb type C con cui connetterla all’alimentatore o al pc è di tipo 3.1

Ovviamente si tratta di uno smartphone 5G, cosa che ormai, come detto nella intro diamo abbastanza per scontata anche se non lo è. Si tratta di un device dualsim, con ovviamente la possibilità di espandere la sua memoria che di base è di 256Gb, tantissimi per essere il taglio base, fino a 2TB, il tutto coadiuvato da 8Gb di ram.

insomma, escludendo il processore, su tutti gli altri aspetti della scheda tecnica questo è un vero e proprio top di gamma ‘in borghese’.

Display

Il futuristico display di LG Wing
Il futuristico display di LG Wing

Il display è sicuramente il fiore all’occhiello, almeno in ambito di innovazione di questo prodotto.

Si tratta infatti di un display che grazie ad una particolare ingegnerizzazione, è in grado di ruotare orizzontalmente, mostrando al di sotto di esso, un ulteriore piccolo display. E qui si aprono infinite soluzioni in termini di produttività e creatività.

Per quanto concerne il display principale, si tratta di un pannello da 6.8”, Plastic OLED, soluzione che consente di avere angoli di visuale abbastanza estremi, tantissima definizione e fedeltá cromatica, neri ovviamente praticamente perfetti, sotto al display è presente il lettore di impronte digitali che funziona ottimamente, prende l’impronta senza mai problemi o tentennamenti.

La curvatura ai lati, avrei preferito non ci fosse, c’è invece ed ogni tanto si nota qualche aberrazione cromatica sulle parti curve, ma è una cosa che bisogna notare in situazioni molto estreme, quasi a voler cercare insomma il pelo nell’uovo, ma diciamo che questo è un po’ il mio lavoro, quindi preferisco dirvelo.

La risoluzione è alta, si tratta di un pannello in FHd Plus, infatti il cap è: 1080×2460 pixel.

Forse si poteva fare di più, in termini di risoluzione o di refresh rate, ancora fermo a 60Hz… ma diciamo che il di più è stato fatto, in questo caso, perche ruotando il display verrà fuori, come avevamo anticipato prima, un pannello da: 3.9” OLED FHd da 1080×1240 pixel.

Software e funzioni Speciali

Sblocco dell'impronta su schermo
Sblocco dell’impronta su schermo

Lo smartphone è aggiornato come ovvio che sia ad Android 10, con le patch di sicurezza di Novembre 2020.

Riceverà sicuramente Android 11, LG ha molto migliorato l’aspetto aggiornamenti e cura del software, per fortuna, rispetto a quanto avveniva in passato!

Il display rotante, apre una grande varietà di utilizzi specifici.

Logico che grazie a due display, avremo la possibilità di riprodurre due applicazioni in contemporanea, come ormai avviene su ogni smartphone grazie ai vari aggiornamenti, ma la comodità di avere due display dedicati resta inappagabile.

LG ci aveva già abituati a soluzioni del genere, con Lg G8x ed il suo DualScreen, ma personalmente trovo questa soluzione leggermente più pratica.

Sará possibile dunque, creare vari PreSets che ci consentiranno di aprire app PreSelezionate da noi, ad esempio ‘PreSet Relax : Youtube sopra a schermo intero, sotto la home di un social network’

O magari banalmente nello schermo superiore riproduciamo un contenuto Netflix, e sullo schermo inferiore continuiamo a chattare con i nostri amici, che magari stanno guardando lo stesso contenuto per commentarlo assieme.

Questa opportunità è molto comoda anche con App come Meet di Google, in quanto consente di utilizzare la chat tranquillamente durante le videoconferenze.

Una ulteriore funzione molto pratica è quella che consente di bloccare solo lo schermo di sotto, per impugnarlo meglio senza cliccare nulla involontariamente, molto comodo magari quando si vuole tenere lo smartphone ad una sola mano, magari visualizzando dei video o altro sul display principale (Tant’è che questa funzione Lg la rinomina PRESA STABILE)

Una delle funzioni software che però ho apprezzato maggiormente, riguarda la scrittura. Infatti grazie al display rotante, Lg offre la possibilità -ribaltando lo smartphone- di andare a sfruttare la parte della tastiera nel display orizzontale, cosi da risultare più comoda, e la parte su cui poi andremo a visualizzare il testo, nel piccolo display secondario. Questa funzione resta la più comoda quando magari si è costretti a scrivere tante email, tanti appunti, o banalmente se si usa lo smartphone magari molto per chattare con le varie app di messaggistica, io una volta provata, non riesco più a farne a meno!

Fotocamera

La super fotocamera dello smartphone di LG
La super fotocamera dello smartphone di LG

Un ulteriore punto di forza di questo dispositivo è sicuramente l’aspetto che riguarda la multimedialità:

Il retro del dispositivo, con questa finitura satinata, in alto a sinistra porta con se tre sensori fotografici

  • 64 megapixel.
  • 13 megapixel grandangolare
  • 12 megapixel piu piccola di dimensione, che viene sfruttata solo nei video come videocamera gimbal, funzione di cui parleremo dopo.

Fotocamere, registrazione video e soprattutto l’attenzione alla cattura audio da parte del microfono sono le cose su cui Lg ha deciso di lavorare con maggiore attenzione.

Per quanto riguarda Foto e video, bisogna fare due distinzioni:

  • Smartphone in versione tradizionale. (CHIUSO)
  • Smartphone con schermo ruotato. (APERTO)

L’interfaccia dell’app di registrazione, quando lo smartphone è ‘chiuso’ è molto semplice ed intuitiva, quasi come se non avesse chissà che funzione particolare! Invece le chicche a disposizione sono davvero molteplici.

È presente la modalità Pro sia per le foto che per i video, cosa che non sempre troviamo a disposizione sugli smartphone anche di fascia alta.

La risoluzione massima dei video arriva al 4K 60Fps, ed anche da chiuso, tramite l’apposito tasto cliccabile in alto nell’interfaccia, a forma di ‘mano’ sarà possibile andare ad attivare una stabilizzazione video digitale, a patto che si registri in Fhd 30FPS.

Le foto invece avranno una risoluzione massima a 64Mp se catturate con il sensore principale.

In generale i risultati fotografici li ho trovati molto validi, in tutte le condizioni di luce.

Di giorno le foto sono nettamente paragonabili ai cameraphone più blasonati, anzi spesso e volentieri ho preferito foto punta e scatta di questo Lg Wing piuttosto che di device del calibro di P40 Pro, o iPhone12, specialmente per la messa a fuoco, mai errata di giorno, e la fedeltà cromatica.

Di notte la qualità degli scatti purtroppo tende a calare, forse a causa di una modalità notte ancora non molto performante come invece accade con la concorrenza.

Come ho accennato precedentemente, una bella attenzione è stata data anche al comparto ‘microfono:

Durante la registrazione video infatti, sarà possibile impostare ,con l’apposito tasto in basso a sinistra, il tipo di audio che vogliamo catturare. Ci sono tre diverse impostazioni selezionabili:

  • Normale
  • ASMR
  • Bokeh Vocale.

Con Normale verrà semplicemente catturato un audio omnidirezionale senza troppe distinzioni, selezionando invece ASMR, il microfono catturerà le frequenze che normalmente vengono ignorate, come i suoni della bocca, delle labbra, portando maggiore attenzione a quei particolari, molto utile per chi crea contenuti di questo tipo.

Invece il Bokeh Vocale, proprio come il Bokeh in fotografia, farà si che in una ripresa nella quale vediamo piu soggetti, l’audio catturato maggiormente sarà quello del soggetto che selezioniamo come protagonista, lasciando le voci di altre persone o altri suoni in generale, come vociare di sottofondo, il risultato è molto sorprendente.

Una volta ruotato lo schermo, saremo di fronte alla vera novità in ambito multimediale portata da Lg: sará possibile infatti registrare dei video con la modalità Gimbal.

A smartphone aperto, come possiamo vedere, avremo nel display in basso una interfaccia totalmente nuova:

Uno stick centrale col quale muoversi senza spostare lo smartphone. In basso a sinistra il tasto per regolare la modalità di cattura del Microfono (Normale/AsMr/Bokeh Vocale come menzionato prima)

ed abbiamo a disposizione 3 diversi tipi di stabilizzazione:

  • FPV: Modalità First Person View che simula la visuale dei nostri occhi, quindi come a ricreare gli stessi movimenti , alla velocità a cui normalmente ruotiamo lo sguardo nella vita di tutti i giorni, molto utile per creare contenuti in POV
  • PF: Modalità Pan Follow che consente invece una presa nettamente meno salda ed attenta, in quanto lo smartphone, pur ruotato con angolazioni estreme, avrà sempre ben dritto l’orizzonte di ciò che stiamo inquadrando, e la ripresa risulterà sempre dritta, una vera genialata.
  • F: Modalità Follow che invece ci darà la possibilità, una volta selezionato un soggetto, di seguirlo nei vari movimenti, senza muovere lo smartphone e senza muovere lo stick al centro.

Un’altra straordinaria feature è quella che riguarda il “Dual Recording”

Non avevo ancora menzionato infatti la fotocamera anteriore, da 32Mp, che viene fuori grazie ad un sistema Pop-Up.

Usufruendo di questa funziona sarà infatti possibile registrare contemporaneamente dei video sia con la fotocamera posteriore in modalità gimbal, sia con la fotocamera anteriore che riprende magari noi che stiamo registrando. Molto utile per chi magari vuole mostrare un luogo che sta visitando/esplorando, senza rinunciare magari ad inquadrare se stesso, o chiunque voglia, da un altro punto di vista.

Si può catturare il tutto in due video separati, o anche in un unico video, in cui la fotocamera anteriore sarà in un piccolo riquadro.

Audio

L’audio su Lg Wing è solamente mono, a causa del suo particolare form factor è stato infatti possibile installare solamente uno speaker del volume, posto nella parte inferiore del dispositivo.

Questo a mio avviso è un compromesso che accetto volentieri visto tutto ciò di positivo che invece ne deriva dall’avere un design del genere ed il doppio display a disposizione dell’utente, scelta sicuramente più utile ed importante rispetto all’avere l’audio stereo.

Autonomia

La messagistica con LG Wing

Come già accennato precedentemente, la batteria da 4000mAh gestisce bene i consumi di questo smartphone.

Complice anche l’abbinamento dello Snapdragon 765G, si riesce ad arrivare tranquillamente alle 6H di schermo attivo sotto rete dati, oltre le 6.30/7H di display attivo con invece la rete WiFi, in giornate abbastanza stressanti.

Certo, nulla che fa gridare al miracolo, ma la ricarica Wireless fino a 30W/h sicuramente aiuta, inoltre il dispositivo è compatibile con la ricarica Wireless, anch’essa rapida, fino a 15W.

Conclusione

Una foto completa del retro di LG Wing
Una foto completa del retro di LG Wing

LG ancora una volta ha cercato di provare ad innovarsi come già fatto in passato.

Rispetto alle varie soluzioni “Modulari” proposte negli anni precedenti, questa attuata con LG Wing mi ha convinto di più. Il DualScreen removibile non mi aveva mai catturato come invece ha saputo fare questo dispositivo, che sicuramente saprà rendere unica l’esperienza d’uso durante la vita di tutti i giorni, una volta testate certe funzioni diventa complicato tornare indietro.

LG Wing non è esente da difetti però, il prezzo ad esempio, resta forse troppo elevato per una qualità fotografica non eccelsa come altri smartphone sulla stessa fascia di prezzo, specialmente al buio, qualità audio non eccezionale, e una svalutazione a cui bisogna poi abituarsi in caso di rivendita futura dello smartphone, spesso i prodotti LG dopo 1 anno circa, vengono venduti alla metà del prezzo di lancio.

Videorecensione

LG WING smartphone 5G con Display OLED 6.8'' ruotabile, schermo...
  • LG WING rivoluziona la tua...
  • Modalità con schermo aperto:...
  • Modalità con schermo chiuso:...
  • La sua forma innovativa...
  • Gimbal Motion Camera: LG WING...

Ultimo aggiornamento 2021-01-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Il futuristico display di LG Wing
LG Wing, la recensione: uno smartphone che prova a far cambiare le abitudini nell’uso quotidiano
CONCLUSIONE
LG Wing non è esente da difetti però, il prezzo ad esempio, resta forse troppo elevato per una qualità fotografica non eccelsa come altri smartphone sulla stessa fascia di prezzo, specialmente al buio, qualità audio non eccezionale, e una svalutazione a cui bisogna poi abituarsi in caso di rivendita futura dello smartphone, spesso i prodotti LG dopo 1 anno circa, vengono venduti alla metà del prezzo di lancio.
PRO
Design e funzioni uniche
Registrazione audio semi professionale
Modalità Gimbal molto utile
Tanta memoria
CONTRO
Autonomia non da record
Audio solamente mono
Modalità notte ancora acerba
Display solo a 60Hz
7.9
VALUTAZIONE COMPLESSIVA
ACQUISTA SU

I più venduti su Amazon

Ultimo aggiornamento 2021-01-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ti potrebbe interessare
OPPO A53, la presentazione: da oggi più rapido e fluido