Locke & Key, la recensione: il nuovo enigma targato Netflix

Fra le nuove uscite recenti di Netflix ci ha subito incuriosito la nuova serie Locke & Key, tratta dall’ononimo fumetto di Joe Hill, che ci siamo subito divorati per potervi dire la nostra.

 

DI COSA PARLA

La serie parla della famiglia Locke, che dopo il misterioso omicidio del padre Rendell, decide di cambiare vita e trasferirsi nella città natale del padre nel Massachusetts, più in particolare nell’enigmatica “Key House”. Qui si svilupperanno le classiche storie da teen drama, che Netflix spesso tratta in serie di questo tipo, a partire dalle nuove avventure scolastiche e amorose dei due adolescenti della famiglia, i figli Kinsey e Tyler, fino ad arrivare al più piccolo della famiglia, Bode, il più curioso dei 3, che ci porterà ad addentrarci per primo nei più profondi misteri della casa, e delle sue chiavi, che saranno il punto centrale della narrazione della storia e che presto coinvolgeranno tutta la famiglia, compresa la vedova Nina, seppur in maniera indiretta e più velata. Chiaramente il trasferimento, inizialmente, viene vissuto malamente dai ragazzi, che dopo tutto quello passato non riescono a “trovare pace” e ci vorrà la scoperta delle chiavi magiche legate alla casa e alla loro famiglia, per dare uno scossone alle proprie vite e farsi iniziare a piacere e ad assaporare questa nuova avventura. Ovviamente le chiavi nasconderanno anche un lato negativo, in quanto legate a un demone (Dodge) che era apparso anni fa per mano di suo padre e della sua cricca di amici, che lo avevano incosciamente liberato e “fatto entrare” in uno dei ragazzi della compagnia (Lucas). La storia proseguirà con l’intrecciarsi di queste situazioni e lo svilupparsi della conoscenza delle diverse chiavi e dei tentativi di soggiogare Dodge, che però si dimostrerà sempre un passo avanti ai ragazzi “protettori delle chiavi”. Infatti il finale di stagione ci fa capire che nelle stagioni successive, a partire dalla seconda, sarà molto dura e ardua per il gruppo di amici riuscire a sconfiggere il demone e raggirare i suoi tranelli, riuscendo a salvare sé stessi e i propri amici.

LE CHIAVI

Chiaramente il punto centrale della storia sono le diverse chiavi trovate nella Key House, di seguito le elencheremo con una loro rapida descrizione, per poter aiutare il lettore a orientarsi all’interno della serie:

  • CHIAVE DI OGNIDOVE=  è la prima chiave che viene trovata dai ragazzi, e tramite essa è possibile, aprendo una qualsiasi porta della casa, accedere ad un’altra porta in qualsiasi parte del mondo, rendendo possibile trasportarsi da una parte all’altra del globo in pochi secondi, soltando immaginando il posto in cui si vuole andare.Sicuramente una delle più utili della serie;
  • CHIAVE SPECCHIO= questa chiave apre una porta verso una dimensione parallela, che è un abisso pieno di specchi da cui è praticamente impossibile uscire. Una delle più pericolose, che ti rischia di portare a una via senza uscita, intrappolandoti per l’eternità in un’altra dimensione indefinita.
  • CHIAVE DELL’ECO= questa chiave può riportare indietro il fantasma/eco spettrale di qualcuno morto;
  • CHIAVE APRITESTA= questa chiave apre la mente di chi la usa (inserendola dietro nella nuca di chi vuole utilizzarla) permettendo a chiunque di entrarvi. Ricordi e sentimenti presenti all’interno della nostra psiche sono visualizzati come oggetti e possono essere rimossi e inseriti tramite l’ausilio di questa chiave. Per farvi un esempio, Kinsey decide di utilizzarla per rimuovere la paura dalla sua mente, visualizzata come un mostro con la sua faccia che attacca tutti quelli che la fanno sentire in pericolo. Certamente una delle chiavi più intriganti della narrazione;
  • CHIAVE FANTASMA= questa chiave permette a chi decide di usarla di lasciare il suo corpo per poter volare liberamente come una fantasma. Bisogna però stare attenti perchè fintantochè la porta del corrispondente rimane aperta, l’utilizzatore della chiave può rientrare tranquillamente nel proprio corpo, dopodichè rimane intrappolato fuori dal proprio corpo sottoforma di fantasma;
  • CHIAVE DEL CARRILON= questa chiave viene inserita in un carillon e permette a chi la usa di prendere il controllo su altre persone, come se fosse una bambola voodoo;
  • CHIAVE DELL’ARMADIO RIPARATORE= se un oggetto rotto/danneggiato viene posizionato all’interno di questo armadio di Key House, utilizzando la chiave, l’oggetto in questione si riparerà magicamente;
  • CHIAVE FIAMMIFERO= questa chiave è una specie di fiammifero vero e proprio molto elaborato, che permette di dare fuoco a ciò che si vuole, pure a sè stessi o agli altri. Infatti basterà pugnalarsi con essa e girarla per prendere fuoco e ferirsi o ferire. Una vera e propria arma da combattimento;
  • IDENTITY KEY= questa chiave permette a chi la usa di prendere l’identità di qualsivoglia persona decida;
  • CHIAVE ALBERO= questa chiave permette a chi la usa di prendere il controllo delle piante. In questa serie viene poco menzionata, in particolare viene usata per nascondere i segreti del fratello di Rendell, cioè Duncan, tramite l’utilizzo incrociato della chiave apritesta, sotto un albero nel giardino della Key House;
  • CHIAVE OMBRA= questa chiave, se inserita nella Corona delle Ombre, può essere usata per controllare le creature che emergono dalle Ombre, avendo un vero e proprio esercito delle tenebre al proprio cospetto;
  • CHIAVE OMEGA= questa chiave permette di aprire la Porta Nera, che si trova nelle grotte marine, la quale è un portale di accesso verso un altro mondo misterioso e tetro. Sicuramente una delle più enigmatiche e che dovranno essere scoperte e sviluppate di più nelle prossime stagioni.

CONCLUSIONE E COMMENTI

Dopo esserci divorati la serie in pochissimo tempo possiamo dire che questo titolo ci ha molto sorpresi in positivo, in quanto, nonostante i dubbi iniziali, ci ha preso subito e ci ha appassionato fin dal primo momento, tenendoci attaccati allo schermo e non abbassando mai le attese e lo scorrere della narrazione. Nonostante abbia la struttura del più classico teen drama, che a molti potrebbe risultare indigesto, la serie con il mistero delle chiavi riesce ad abbattere queste barriere rendendo la serie coinvolgente e completa, senza troppi punti morti, risultando tutto tranne che lenta. Da sottolineare anche il finale che lascia gli spettatori sorpresi e impazienti di vedere come la storia si evolverà e che conseguenze avranno le ultime scoperte fatte (che non vogliamo spoilerarvi se non avete visto/finito di vedere la serie e che vogliamo scopriate da soli!). Quindi un plauso a Netflix che speriamo rilasci al più presto la seconda stagione per poterci permettere ancora di gustare questa serie e poterla ancora commentare con voi!

 

Dì la tua!

2 0