GoPro Fusion, la recensione: 360° per rivivere i momenti più belli da ogni prospettiva

La GoPro Fusion è l’ultimo modello di action cam del’omonima azienda ad essere stata resa disponibile al pubblico; la sua particolarità è che non si tratta di una tradizionale lente grandangolare, bensì una camera per video a 360° realizzata con due fotocamere.

Il concetto

Fusion è la sintesi di un lungo percorso che ha visto la nascita di molti dispositivi per acquisire immagini e video a 360°. GoPro stessa è stata promotrice sin dall’inizio di questa nuova tecnologia che ha portato nel mondo del videomaking una ventata di aria fresca.

Fino a pochi anni fa per realizzare o solo pensare di riprendere un video a 360° sarebbero state necessarie più di una videocamera con un prezzo veramente alto ciascuna, oltre a ore ed ore di post produzione e di posizionamento delle stesse per la realizzazione del filmato .

Design e hardware

GoPro Fusion è una delle GoPro meglio costruite di sempre,  si presenta con un display LCD retroilluminato che aspettavamo su una GoPro da anni, un attacco standard GoPro rimovibile con un solido meccanismo a slitta nella parte inferiore della cam.

Le due lenti, una frontale e una posteriore, coprono a 360° tutto ciò che c’è intorno. Esse sono state sapientemente disposte in maniera leggermente asimmetrica, per aiutare quanto più possibile ad eliminare gli errori di parallasse nella fase di stitching.

Il materiale esterno con cui è stata realizzata è quello che abbiamo imparato ad apprezzare con le precedenti GoPro HERO5 e HERO6 Blackimpermeabile fino a 5 m. La sensazione in mano è proprio quella di avere una delle ultime due GoPro, sportellini solidi che ospitano da una parte l’ingresso USB-C e dall’altra una batteria due volte più capiente, ai cui lati trovano alloggio anche le MicroSD, che anche in questo caso sono doppie.

Le lenti sono protette durante il trasporto da un piccolo case semi-rigido, che GoPro fornisce nella confezione. La dotazione della scatola offre, oltre ai vari manuali, batteria e adesivi 3M maggiorati per sostenere il peso doppio di questa GoPro, anche un pole multifunzionale, sostanzialmente il fratello maggiore del GoPro Shorty, con giunti in metallo e un impugnatura che, chiusa da piccole calamite, si apre a treppiede per fornirci la massima versatilità.

Funzionamento

Dentro la GoPro Fusion non avviene nessuna elaborazione. I video a 360° in realtà virtuale, le foto panoramiche e tutte le varie funzioni che vanta questa action-cam, si possono ammirare solo su un computer o su mobile tramite App dedicata (al momento solo su iOS).

Tramite il software per PC e app è quindi possibile visualizzare video e foto creati su GoPro Fusion, elaborarli, esportarle e salvarle con l’effetto che vogliamo applicare.  Se per le foto, con le loro caratteristiche proiezioni ed effetti come i “little planet”, l’elaborazione risulta piuttosto veloce, per i video non ci sono grandi novità rispetto al passato. Elaborare   unire e mettere insieme un video a 360°, risulta un procedimento lungo, che richiede anche ai computer più performanti, tempi di rendering piuttosto lunghi ed è forse questo il vero e unico aspetto negativo di questa seppur ottima action cam.

Un video alla massima risoluzione concessa da Fusion a 5,2K@30fps, di circa 3 minuti potrebbe richiedere in media un tempo di stitching variabile di almeno 1 ora anche con computer di fascia medio-alta.

Esistono poi anche plugin per il montaggio video di Fusion tramite software professionali come Adobe Premiere ed After Effects, dove tra l’altro ci sono concesse molte più elaborazioni in fase di montaggio. Ma il concetto è sempre lo stesso: per montare con Fusion alla massima risoluzione servono computer performanti. Da sito di GoPro si può anche scaricare il software ufficiale per il procedimento di fusione dei video, che è lo stesso che abbiamo utilizzato anche noi, Fusion Studio che è veramente comodo e semplice.

Ripresa Audio Spaziale

Una delle novità che GoPro Fusion implementa è quella di una registrazione audio spaziale integrata nel dispositivo, che fino ad oggi si acquisiva solo tramite sistemi di registrazione dedicati. Si tratta di una traccia audio, che ci darà l’impressione di essere immersi nel nostro video a 360°, dando una direzionalità ai suoni nell’ambiente in cui siamo immersi. Un esperienza che ci immerge ancora di più nella realtà virtuale che GoPro Fusion crea.

Accessori

GoPro Fusion non prevede alcun sistema di montaggio dedicato, e ci permette di sfruttare semplicemente il solito attacco standard GoPro a cui siamo abituati. Attacco che su Fusion è di resistente metallo e inserito in un sistema a slitta che fa pensare a futuri aggiornamenti dei sistemi di fissaggio e accessori.

Anche gli adesivi 3M sono maggiorati per sostenere il peso di GoPro, di conseguenza tutti i soliti adesivi piatti e curvi delle classiche GoPro non saranno compatibili a causa del peso doppio.

Rimangono invece compatibili tutti gli altri accessori e in particolare i comandi remoti come lo Smart Remote e Remo. Utilizzare Remo è particolarmente comodo in quanto ci permette anche di dire “GoPro accenditi” alla Fusion spenta, funzione ad oggi disponibile solo su HERO6 Black.

Menù e settaggi possono essere più facilmente settabili da App mobile. 

Fusion Grip

Per utilizzare la GoPro Fusion abbiamo utilizzato il supporto compatibile chiamato Fusion Grip che oltre ad essere comodo durante la ripresa, sia per il comfort dell’impugnatura che per la lunghezza adattabile (56 cm), si può comodamente trasformare in un treppiede per mantenere fissa l’action cam anche su un piano.

La particolarità di questo supporto originale GoPro è che viene realizzato per la registrazione di video a 360° senza essere inquadrato all’interno delle riprese grazie all’angolo di costruzione e alla distanza.

Conclusione

La volevamo provare a tutti i costi e non siamo rimasti delusi. GoPro Fusion è un gioiellino che consigliamo a tutti gli appassionati di escursioni, corse in pista o semplici amanti della fotografia che vogliono rivivere a 360° i ricordi registrati da ogni prospettiva, il prezzo è un attualmente un po’ alto ma l’acquisto ne vale la pena.

Il nostro video

Pro
  • Stabilizzazione fenomenale
  • Software molto dettagliato e semplice da usare
Contro
  • Processo di rendering video lungo
  • Costo abbastanza alto
8
Consigliato
Estetica - 7
Qualità foto/video - 9
Innovazione - 9
Facilità d'uso - 7
Qualità/prezzo - 8
Scritto da
Sono un grande appassionato di informatica, fotografia e grafica digitale. Mi piace testare i nuovi prodotti tecnologici usciti sul mercato.

Dì la tua!

2 0