Crosscall Trekker-X3, la recensione: provate a fargli male!

Oggi parliamo di uno smartphone un pò particolare, infatti la categoria della quale fa parte viene denominata “rugged”. Che cosa sono i “rugged“? Sono smartphone particolarmente resistenti ad acqua, polvere e urti di vario genere e sono consigliati a chi svolge lavori pericolosi o chi svolge sport estremi. Insomma per chi vuole avere uno smatphone incastonato in una sorta di armatura che lo va a difendere praticamente da tutto… quindi dopo aver recensito il suo fratello minore, l’ Action-X3 iniziamo subito la recensione del Crosscall Trekker-X3!!!!

UNBOXING

Nella confezione di vendita troviamo, Caricabatterie Quick charge 3.0,  cavo di ricarica USB Type-C, cuffie auricolari waterproof IPX6, laccio di sicurezza e manualistica. La novità è che la confezione di vendita può essere usata come caricabatterie wireless.

COSTRUZIONE

Beh che dire, è uno smatphone ingombrante :),  ma qualitativamente parlando è davvero ben fatto! La struttura del terminale è realizzata in  plastica, con i bordi in gomma con delle bande in alluminio sui lati per migliorarne l’ergonomia e la resistenza contro a tutto.  Come detto prima, le dimensioni sono davvero generose infatti sono di 155,7 x 81,8 x 14,3 mm per un peso di 230g che non lo rendono un peso piuma e quindi vi darà un bel pò di fastidio in tasca sopratutto con l’arrivo dell’estate. Ora guardiamolo nel dettaglio: sul lato destro abbiamo il tasto power e un tasto Rosso che può essere usato per la avviare la fotocamera o per le segnalazioni SOS su un numero precedente memorizzato, sul lato sinistro è posto il bilanciere del volume, nella parte superiore, nascosto sotto la protezione, si trova l’entrata jack di 3.5mm e invece in basso, sempre nascosto dalla protezione, è posto l’ingresso USB Type-C. Davanti il display è protetto da una particolare protezione contro i graffi ed è caratterizzato da vari sensori di cui parleremo nella sezione software. Sul retro dello smartphone troviamo lo speacker, la fotocamere, il singolo led flash e la backcover che è rimovibile solo svitando due viti, dopo di che si può accedere agli slot per la MicroSd e MicroSIM. Questo “rugged” è IP67  ed è in grado di restare in un metro d’acqua (dolce, salata o al cloro) per 30 minuti e a temperature estreme da -10°C a +50°C.  Costruito davvero bene con materiali ottimi e con delle rifiniture di colore Rosso che gli restituiscono un aspetto Sportivo ma allo stesso tempo elegante.

DISPLAY

Crosscall Trekker X-3 è dotato di un display IPS da 5” FullHD protetto da Gorilla Glass 4. La risoluzione dello schermo è di 1080×1920 con una densità di pixel pari a 480. La riproduzione delle immagini è ottima, considerando la tipologia di prodotto, ed i colori brillanti, che garantiscono un’ottima visibilità sotto la luce diretta del sole, anche se il sensore di luminosità a volte è un pò brusco a regolare la luminosità dello schermo. Assolutamente Promosso non me l’aspettavo cosi bello, con angoli di visione ottimi come anche i neri. Pensavo avesse il solito scarso IPS, classico degli smartphone di questa categoria.

PROCESSORE

Qui c’è davvero una bella sorpresa! Di solito  i rugged, sopratutto quelli di marchi cinesi, sono dotati di SoC di basso livello che restituiscono un’esperienza d’uso davvero drammatica, invece qui la storia è decisamente diversa, considerando che stiamo parlando di uno dei rugged Top di gamma. E’ presente un Processore Qualcomm Snapdragon 617 con GPU Adreno 405, 32 Gb di memoria interna espandibili tramite MicroSd e ben 3 Gb di Ram. Questo SoC è in grado di assicurare bassi consumi e prestazioni accettabili per ogni utilizzo; anche quello gaming, seppur questo dispositivo non è pensato per questo scopo, e non scalda praticamente mai neanche quando lo si usa intensamente sotto il 4g. I Processori snapdragon sono una garanzia di affidabilità e offrono sempre ottime prestazioni… brava Crosscall!!

FOTOCAMERA

Crosscall Trekker-X3 monta sul retro una fotocamera da 16 megapixel con flash LED. I risultati ottenuti con questo sensore sono paragonabili a quelli ottenuti da un terminale di fascia medio/bassa. Il sensore riesce a regolarsi alla perfezione per restituire degli scatti accettabili anche in condizioni non ideali di luce ed è possibile attivare una funzione che blocca tutti i tasti dello schermo per favorire gli scatti in subacquea, evitando che il flusso d’acqua disturbi il funzionamento del touch. Questa funzione sinceramente non l’ho ancora provata. La fotocamera anteriore da 8MP è di buona qualità e restituisce degli scatti discreti anche se con poca luce la qualità si perde totalmente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SOFTWARE E CONNETTIVITA’

Sinceramente non c’è molto da dire, anzi, è da rivedere il fatto che su questo device è installato Android 6.0 Marshmallow, ormai abbastanza datato considerando il fatto che sono state lanciate le beta di Android 9.0 o P. Però tutto sommato con un uso non molto intenso si possono svolgere tutte le classiche azioni senza problemi, ma stressandolo un pochino di più si può incappare in qualche lag qua e là. Magari lanciandolo con Nougat sarebbe stata un’idea sicuramente più azzeccata. Il Software è praticamente stock ma il produttore ha inserito delle personalizzazioni come quella del tasto Sos, con il quale, tenendolo premuto, si può mandare un messaggio di soccorso con le coordinate di dove ci si trova o eventualmente dedicarlo all’apertura della fotocamera, come ho fatto io, o ad un’app con i vari sensori. Quest’ultima è davvero molto curata e offre una vasta gamma di sensori: barometro, termometro, igrometro e altimetro che restituiscono dei valori abbastanza affidabili. Dotato inoltre di Wi-Fi 802,11 b/g/n/ac, bluetooth 4.1, NFC, ricarica wireless, GPS + Glonass + BeiDou e radio FM. Ricezione del 4G sopra la media e alta qualità in chiamata. Una nota negativa che voglio segnalare riguarda l’instabilità della rete che oscilla in modo anomalo perdendo a volte anche la rete 4g.

AUDIO

La potenza che riesce a sprigionare lo speaker audio è ottima per permettere all’utente di accorgersi di una chiamata o di una notifica anche con lo smartphone nella tasca.

BATTERIA

Questo Trekker X-3 è alimentato da una batteria da 3500 mAh.  Secondo il mio parere si poteva fare qualcosina in più.  Non ho usato questo device come smartphone principale quindi con una carica completa è durato 2 giorni, ma il dato che mi ha lasciato perplesso è che ho realizzato solo 2h e 40m di schermo attivo. Sicuramente questo è uno smartphone che vi porterà a sera tranquillamente senza intoppi anche perchè è presente una funzione di risparmio energetico che limita di molto le prestazioni generali del device per aumentarne l’autonomia.

Complessivamente sono rimasto colpito da questo smartphone per la resistenza agli urti, sopratutto quando l’ho provato nel ghiaccio a -3°, nell’ acqua, nella sabbia, in mare, gettandolo a terra senza riscontrare il minimo graffio o problema. Se siete alla ricerca di un “Rugged”, beh questo è lo smartphone giusto per Voi. Sono sicuro che non ve ne pentirete. Se riuscite a fargli male fatemelo sapere 🙂

Pro
  • Costruzione ottima e resistente a tutto
  • Soddisfacenti gli scatti
  • Display davvero ottimo anche sotto la luce del sole
  • Geniale il tasto rosso personalizzabile
  • La scelta di un processore Snapdragon
  • La sua sensoristica
Contro
  • Android fermo alla versione 6.0
  • Qualche lag quando lo si utilizza intensamente
  • Autonomia non straordinaria
7
Discreto
Display - 8
Hardware - 7
Software - 6.5
Fotocamera - 7
Autonomia - 6.5

Dì la tua!

20 0