Android O: è arrivata l’ufficialità del nome, sarà Android Oreo

Lo abbiamo atteso da mesi, tante ipotesi sul nome, da Octopus a Orange le idee erano molte e spesso bizzarre (vedi Easter Egg di Octopus) ma adesso è ufficiale Android Oreo, la versione 8.0 del sistema operativo.

L’uso di un marchio esistente e conosciuto come “Oreo” era effettivamente una delle opzioni più quotate perché sul mercato non esistono molti dolci che hanno come iniziale la lettera “O”, i biscotti Oreo sono apprezzati in tutto il mondo grazie al loro gusto unico.

C’è anche da considerare la precedente partnership: Google aveva precedentemente collaborato con Nestlé e Hershey per chiamare Android 4.4 KitKat.

Google oggi ha anche presentato la statuetta ufficiale per il nuovo sistema operativo Android, come avviene con ogni nuova versione. In un evento stampa a New York, che coincide con l’eclissi solare totale negli Stati Uniti, Google ha presentato la mascotte ufficiale.

Le novità che osserviamo nel sito ufficiale dedicato alla nuova versione del sistema operativo sono le stesse viste nelle developer preview lanciate negli ultimi mesi.

Il video teaser ufficiale

Le novità che porterà Android Oreo

Velocità:

La velocità di apertura delle app sarà maggiore (2x) rispetto alle versioni precedenti.

Multitasking migliorato:

Sono state minimizzate le attività delle app meno utilizzate in background;

Autocompletamento:

Si può dare il permesso di memorizzare le credenziali per l’accesso alle app in modo da loggarsi più velocemente.

Picture-in-Picture:

Una nuova funzione che consente di visualizzare due applicazioni in una sola volta.

Punti di notifica:

Premi i puntini di notifica per vedere rapidamente le novità e cancellali spostandoli.

Android Instant Apps:

Passa alle tue app direttamente dal browser senza installare nulla.

Nuove Emoji:

Il set di emoji è stato ridisegnato e ne sono state aggiunte 60 nuove.

Sicurezza e batteria

Google Play Protect:

C’è un continuo controllo delle applicazioni da parte di Google, oltre 50 miliardi di applicazioni al giorno, anche quelle non ancora installate sul proprio dispositivo

Consumi ottimizzati:

La nuova versione ci farà consumare meno batteria durante chiamate, visione di filmati, navigazione online… così dice Google, speriamo!

Attendiamo la distribuzione ufficiale del nuovo sistema operativo a partire da Google Pixel e Nexus.

 

Davide Donada Scritto da:

Sono un grande appassionato di informatica, fotografia e grafica digitale.
Mi piace testare i nuovi prodotti tecnologici usciti sul mercato.