SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM 🥰

You 3, la recensione in anteprima: ossessioni e drammi familiari

Ultimo aggiornamento:

Netflix continua con le uscite nell’ambito delle serie TV, e lo fa con il prosieguo di una produzione che aveva già intrigato il grande pubblico; stiamo parlando della terza stagione di You, serie TV uscita nel 2019 nella piattaforma di streaming, ideata da Greg Berlanti e Sera Gamble, e tratta dal romanzo di Caroline Kepnes. Di genere triller psicologico e giallo, parla principalmente delle vicende della “vita giornaliera” di Joe Goldberg (Penn Badgley), libraio apparentemente schivo e riservato, ma che nasconde macabri segreti di diverso tipo.

Noi di RecensioneDigitale.it abbiamo avuto il privilegio di poterla vedere in anteprima e ve ne parleremo rapidamente, senza addentrarci troppo nei dettagli per evitarvi spoiler che vi rovinerebbero la visione. Ricordiamo a tutti che la 3^ stagione uscirà e sarà visibile al pubblico da Giovedi 15 Ottobre su Netflix dalle ore 9.00.

Trama

Una scena tratta da You 3
Una scena tratta da You 3

Ma dove eravamo rimasti? (N.B. : se non hai visto le prime due stagioni salta la sezione trama, conterrà spoiler)

La seconda stagione di You finisce con diversi colpi di scena inaspettati, mostrandoci lati di Love Quinn (Victoria Pedretti) che non ci saremmo mai aspettati. Infatti ci viene mostrato che  Joe Goldberg (Penn Badgley) non è l’unico assassino con manie da stalker ossessivo, ma anche Love lo è. Essa confesserà gli omicidi di Delilah (la vicina di casa di Joe), di Candace (l’ex ragazza di Joe) e, pure, anni prima, dell’ex ragazza del fratello Forty (il quale morirà anch’esso per un colpo di pistola sbagliato). Dopodiché, però, dichiarerà a Joe di essere incinta e di aspettare un figlio proprio da lui.

Ovviamente le confessioni dei diversi crimini commessi da Love portano Joe a pensare, in un primo momento, che l’unica soluzione, per salvarsi e iniziare una nuova vita “sana”, sia quella di uccidere anche lei.

Ma dopo aver scoperto che lo farà diventerà padre potrà solo accettare di iniziare a vivere una nuova vita assieme come una famiglia felice ( o almeno provarci). Joe e Love, quindi, decideranno di trasferirsi in una nuova città, in una villetta nei sobborghi residenziali di Los Angeles (Madre Linda), ed iniziare la loro tranquilla vita familiare assieme, cercando di mettersi i rispettivi passati burrascosi alle spalle, per poter crescere al meglio il nuovo pargolo in arrivo.

Ovviamente i problemi inizieranno subito, e questo ci viene mostrato con la scena conclusiva della seconda stagione, in cui Joe, appena trasferitosi, viene subito attirato dalla misteriosa vicina di casa, che si intravede oltre la staccionata della loro nuova dimora leggere un libro e prendere il sole. Chi sarà questa misteriosa signora? Riusciranno Joe e Love a far funzionare la loro relazione e ad accudire la loro nuova famiglia? Questo lo scoprirete con la terza stagione, di cui non vi diremo nulla, per lasciarvela gustare al meglio!

[fine spoiler 1-2 stagione You]

Commento

Dopo aver visto la terza stagione in anteprima noi di RecensioneDigitale.it vogliamo darvi i nostri pareri su questo continuo di una serie TV che ci aveva appassionato fin da subito. Partiamo da un presupposto: la prima e la seconda stagione ci erano molto piaciute, e sarebbe stato difficile tenere l’asticella così alta per Netflix, senza avere cali di tensione. Ma vi chiederete: la terza stagione quindi in conclusione com’è? Diciamo che scorre bene e si fa guardare, ma, secondo il nostro modesto parere, perde un po’ di quella imprevedibilità che aveva contraddistinto le prime due stagioni, che ci avevano fatto saltare sul divano per i diversi colpi di scena inaspettati.

Non che la terza stagione non abbia colpi di scena e svolte di trama importanti e interessanti, ma sembrano sempre una ripetizione dell’iter delle prime due stagioni. Joe/Love si avvicinano a una persona, si fissano con essa, e la uccidono. Ok che la serie punta a rappresentare un personaggio indubbiamente malato e ossessionato e quindi la scelta può anche risultare comprensibile, ma, ai fini dello svolgimento della trama, potevano essere date nuove sfumature in questa nuova stagione ai personaggi e impostare nuove scelte narrative, cosa che Netflix, secondo noi, non riesce a fare e si limita un po’ a fare il “compitino”.

La serie, comunque, scorre e intrattiene gli spettatori, grazie soprattutto al personaggio di Joe Goldberg, sempre misterioso e in qualche modo enigmatico, che ti cattura nella visione, portandoti a voler andare avanti per scoprire come esso cercherà di risolvere i continui problemi che usciranno nella sua vita privata (e non solo), dimostrandosi sempre un passo avanti a tutti.

Conclusione

La terza stagione, quindi, prosegue in maniera intelligente, mantenendo le dinamiche narrative che lo avevano fatto diventare una delle serie TV più viste e amate della piattaforma, ma si limita un po’ a quello, risultando un po’ ripetitiva e pesante in alcuni tratti (proprio a causa di questa ripetitività).

In conclusione, quindi, vi consigliamo la visione della terza stagione di You, vi terrà abbastanza incollati allo schermo, ma non aspettatevi nessun capolavoro, ma solo il continuo intelligente di un prodotto che era piaciuto.

You 3, la recensione in anteprima: ossessioni e drammi familiari
CONCLUSIONE
Se vi erano piaciute le prime 2 stagioni di You vi consigliamo di proseguire con la visione della terza parte. Vi terrà abbastanza incollati allo schermo, ma non aspettatevi nessun capolavoro, ma solo il continuo intelligente di un prodotto che era piaciuto alla maggioranza del grande pubblico.
PRO
Il personaggio intrigante di Joe Goldberg
Intrattiene nel complesso
Diversi colpi di scena che tengono alta la suspense
CONTRO
Ripetitiva
Pesante in alcuni tratti
Netflix si limita a fare il "compitino"
7
VALUTAZIONE COMPLESSIVA

I più venduti su Amazon

Ultimo aggiornamento 2021-10-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API