VSCO X, la nostra recensione: l’app mobile dedicata agli amanti della fotografia con lo smartphone

In questo articolo troverete una recensione un pochino diversa dal solito, vi vogliamo parlare di un app di cui spesso avevamo sentito parlare ma che non avevamo mai avuto occasione di utilizzare, stiamo parlando di VSCO X, la versione con abbonamento annuale della celebre VSCO.

Perché provarla?

I preset digitali vintage non sono difficili da trovare, ma VSCO X porta l’ispirazione retrò a un nuovo livello progettando filtri digitali molto simili ad effetti cinematografici. E’ per esempio possibile trovare effetti come Fujifilm Superia 400 o Kodak Tri-X  per il bianco e nero solamente scorrendo nella libreria contenente i filtri di VSCO X.

VSCO X è una versione a pagamento dell’app VSCO gratuita e qua naturalmente sorge spontanea la domanda: qual è la differenza, e vale davvero la pena di pagare 20 euro per l’abbonamento annuale? 

Le differenze tra VSCO e VSCO X

VSCO X, la versione premium dell’app contiene oltre 130 preset. Gli utenti della versione gratuita possono acquistare alcuni di questi preset nei pacchetti, ma gli utenti di VSCO X li ottengono tutti, subito. Inoltre, i preset di Film X, che includono i filtri ispirati a Fujifilm e Kodak, sono esclusivi per gli utenti di VSCO X.

Insieme alle centinaia di preset, gli utenti di VSCO X hanno accesso anticipato alle nuove funzionalità. Ovviamente, gli utenti non sempre avranno la possibilità di sapere quali funzioni verranno aggiunte, ma ogni volta che viene rilasciata una nuova funzione, gli abbonati  saranno i primi a vederlo. 

Mentre l’app gratuita include alcuni filtri e controlli fotografici personalizzati, veramente pochi, con l’abbonamento a VSCO X saranno disponibili i filtri e tutti gli strumenti. VSCO ha anche dei tutorial di formazione esclusiva per gli utenti X con suggerimenti. Ovviamente include anche il prezzo dell’abbonamento annuale che funziona a meno di 2 euro al mese si porta a casa.

Interfaccia

L’app si apre sulla pagina Studio, mentre le icone in basso navigano verso la community social dell’app e il profilo utente. Dalla sezione Studio, è possibile caricare una foto dal rullino fotografico o utilizzare la fotocamera incorporata di VSCO. La fotocamera integrata offre funzioni manuali, tra cui la compensazione dell’esposizione, la velocità dell’otturatore, la messa a fuoco manuale e persino l’opzione di scattare file RAW. Oltre agli scatti fotografici, gli utenti possono passare alla modalità DSCO per creare una GIF, quindi applicare una selezione limitata di opzioni di filtro all’immagine animata.

La fotocamera integrata è buona, ma il motivo per scegliere un abbonamento X è sicuramente l’accesso ai 130 filtri; è veramente una sfida usarli tutti.  Tutti i filtri che si possono impostare alla foto facendo un solo tap sono ulteriormente personalizzabili con i vari strumenti messi a disposizione (più o meno sono simili a quelli di Intagram).

VSCO ha gli strumenti per rendere più facile trovare il filtro giusto

Innanzitutto, i filtri sono disposti in gruppi di raccolta: ad esempio, tutte le opzioni del film Kodak sono insieme. Successivamente, è possibile salvare i filtri come preferiti. I preferiti verranno sempre visualizzati per primi tra le opzioni di filtro, e se questo non basta, si può anche nascondere interi gruppi di filtri per ridurne la quantità. 

Opzioni disponibili

Nel menu di navigazione in basso, l’opzione in mezzo serve per regolare i filtri applicati. VSCO X include tutte le solite opzioni che ci si può aspettare, insieme ad alcune opzioni che sono un po ‘più difficili da trovare sulle piattaforme mobili, tra cui due opzioni di ritaglio di inclinazione e un cursore per la tonalità della pelle. Altre opzioni di modifica includono esposizione, contrasto, raddrizza, ritaglia, nitidezza, chiarezza, saturazione, alte luci, ombre, temperatura, tonalità, vignettatura, grana, dissolvenza, ombreggiatura, evidenzia tinta e bordi.

Quando le regolazioni vengono applicate, le modifiche vengono visualizzate in tempo reale sull’immagine. Lo schema di controllo esatto dipende dallo strumento selezionato, ma la maggioranza usa semplici cursori. Lo strumento di ritaglio consente dimensioni personalizzate o la selezione dai rapporti di aspetto più comuni.

E’ possibile anche impostare le proprie “ricette” fotografiche, che sono essenzialmente filtri personalizzati. Dopo aver modificato una foto in uno stile che ci piace particolarmente, è possibile salvare quell’immagine come una ricetta che può essere applicata alle foto future con un solo tocco, un po’ come le azioni di Photoshop.

Come i filtri, anche i singoli strumenti di modifica possono essere organizzati. Toccando e trascinando uno strumento è possibile riorganizzare le regolazioni in una casella degli strumenti personalizzata. Anche le ricette possono anche essere organizzate in un simile modo drag-and-drop.

Con VSCO X, i filtri possono essere applicati anche ai video. Come per le foto, le modifiche vengono visualizzate in anteprima in tempo reale e l’unica differenza è che i video impiegano più tempo per essere esportati e salvati sul rullino fotografico anziché all’interno dell’app. Alcuni strumenti, come ritagliare e inclinare, mancano sul lato video. Non ci sono anche strumenti specifici per il video, come la stabilizzazione o la possibilità di unire più clip insieme. Ma la possibilità di applicare effetti cinematografici al video è abbastanza utile e rende VSCO X un una buona app per finalizzare un video già editato precedentemente.

Un nostro esempio di utilizzo

Conclusione

Processed with VSCO with f2 preset

Gli effetti ispirati alla pellicola si possono trovare in molte app, ma quelli in VSCO X sono un passo in avanti in termini di qualità e flessibilità. VSCO X offre filtri esclusivi progettati su specifici tipi di pellicola e i preset Fujifilm e Kodak sono davvero fantastici. La possibilità di applicare quegli stessi filtri al video è solo una ciliegina sulla torta.

Complessivamente, VSCO X è un’opzione eccellente per i fotografi da smartphone che desiderano accedere a filtri vintage non eccessivi, difficili da usare o troppo rigidi. I filtri digitali non sostituiranno l’esperienza delle riprese con i film reali, ma VSCO X è un’ottima imitazione digitale semplificata.

VSCO X è scaricabile da Play Store e App Store.

Pro
  • App completa per la fotografia da mobile
  • 130 preset
Contro
  • Abbonamento annuale
8
Ottimo
Utilità - 8
Offerta/prezzo - 8
Scritto da
Sono un grande appassionato di informatica, fotografia e grafica digitale. Mi piace testare i nuovi prodotti tecnologici usciti sul mercato ed è per questo che il 27 maggio 2017 ho deciso di aprire RecensioneDigitale.it

Dì la tua!

5 0