Panasonic Lumix DMC-FZ1000: la nostra recensione della bridge super-zoom

La Panasonic LUMIX DMC-FZ1000 è un bridge molto versatile con ed è stata la prima al mondo ad avere funzionalità di registrazione video 4K

SPECIFICHE TECNICHE

Dimensioni136.8 x 98.5 x 130.7 mm
PesoCirca 780 g
Megapixel20.1 MP
Apertura focaleF2.8 - 4.0
Zoom ottico16x
Messa a fuocoPre-lampi, Face/Eye Detection / Tracking / 49-area / Custom Multi / 1-area (flexible / scalable) / Pinpoint
AltroWi-Fi, correzione occhi rossi

CARATTERISTICHE

La Panasonic Lumix DMC-FZ1000 è una fotocamera super-zoom con obiettivo grandangolare 16x equivalente a una gamma focale di 25-400 mm, un sensore MOS da 1 pollice 20,1 megapixel, uno schermo LCD rotante da 921K pixel da 3 pollici, un Live View Finder OLED da 2.359k (LVF), registrazione video Full HD 1920×1080 60/50p (e 4K), velocità auto-focus di 0,09 secondi, connettività Wi-Fi e NFC e scatto continuo a 12 fps senza autofocus e 7fps con autofocus. Altre caratteristiche chiave includono il supporto del formato RAW, una gamma ISO di 125-12800, modalità di scatto manuale, tecnologia Risoluzione intelligente, una porta da 3.5 mm per un microfono stereo opzionale e una slitta accessori per un flash esterno. 

FUNZIONALITÀ

Panasonic ha dedicato la Lumix DMC-FZ1000 ai fotografi e ai videomaker

Abbiamo già citato in precedenza la possibilità di registrare video in 4K con la possibilità estrarre un fotogramma da una sequenza, per ottenere l’equivalente di una foto da 8 megapixel. In termini di video, abbiamo anche l’opzione per il time-lapse e l’animazione slowmotion con questo modello, quindi si potrebbe sostenere che questo è chiaramente un prodotto “ibrido“.

Possiede un sensore MOS da 20,1 megapixel di 1” oltre a un obiettivo marchiato Leica. Quest’ultimo fornisce una lunghezza focale equivalente a un grandangolare da 24-100 mm in termini di 35 mm, che si traduce in uno zoom ottico 16x. Gli osservatori di fauna, fotografi all’aperto, paparazzi dilettanti e semplici fotografi amatoriali troveranno molto utile una vasta gamma di di questo obiettivo “tutto in uno”. 

L’FZ1000 assomiglia ovviamente al tipico modello bridge/super zoom da tutte le angolazioni, sembrando una DSLR a tutti gli effetti.

Tra le caratteristiche di bordo degne di nota figurano un display OLED EVF a punto fisso da 2.359K e uno schermo LCD con angolo libero da 3 pollici a 921.000 punti. La portata dell’obiettivo, il mirino elettronico prominente, lo schermo inclinabile e un’impugnatura di dimensioni adeguate hanno reso la fotocamera un po’ troppo pesante.

La seconda funzione dell’FZ1000, il pulsante “Fn2” ha come impostazione predefinita di fabbrica quella di consentire alla telecamera di stabilire una connessione Wi-Fi, funzione necessaria su qualsiasi dispositivo digitale al giorno d’oggi. Tramite questa modalità, è inoltre possibile impostare lo scatto remoto e la visualizzazione con l’ausilio di uno smartphone, oltre all’app scaricabile gratuitamente dai vari store, trasmettere le immagini durante la registrazione o inviare quelle già acquisite e memorizzate dalla fotocamera a un televisore abilitato per la visualizzazione condivisa.

APERTURA FOCALE

Vale anche la pena ricordare che il diaframma massimo dell’obiettivo f/2.8 che arriva fino a un f/4 a 400mm, l’effetti bokeh è simile a una DSLR, consentendo un’ottima profondità di campo per i ritratti e per foto in condizioni di luce non ottimale.

MESSA A FUOCO

Altre caratteristiche degne di nota sono l’AF a 49 aree, l’elaborazione raw in-camera, la tecnologia di rilevamento facciale e visiva, 1 area AF, pinpoint AF e tempo di posa di 1/4000 sec, oltre a una funzione di otturatore elettronico per quando i fotografi vogliono evitare potenzialmente soggetti rumore fastidioso che è molto utile per le riprese notturne.
L’obiettivo di cui è dotata rende questa fotocamera davvero un tuttofare, la modalità di controllo delle immagini di Panasonic offre fino a 22 effetti di filtro sulla FZ1000.

ZOOM

Lo zoom della FZ1000 può essere impostato una levetta dello zoom che circonda il pulsante di scatto, e si può eseguire con un dito tramite un’altra levetta posta davanti al pulsante di scatto come avviene nelle compatte o, in alternativa, è possibile farlo muovendo il barilotto dell’obiettivo come una reflex. La messa a fuoco viene regolata automaticamente ruotando l’anello di controllo dell’obiettivo.

Non sorprende il fatto che le grandi lenti in vetro marchiate Leica assicurino una ottima qualità in tutta la gamma focale 25-400 mm e il range di apertura che va da un f/2.8 brillante e veloce a un f/4 perfettamente accettabile all’estremità del teleobiettivo. 

MACRO

Panasonic Lumix DMC-FZ1000 offre un’impostazione Macro che consente di mettere a fuoco un soggetto distante 3 cm dalla fotocamera quando l’obiettivo è impostato sul grandangolo. 

Abbiamo provato a croppare qualche foto e i risultati che abbiamo potuto constatare sono molto buoni perché non c’è una perdita di dettaglio così evidente.

QUALITÀ DELLE FOTO

Tutte le foto esempio in questa recensione sono state scattate usando l’impostazione Fine JPEG da 20 megapixel, che fornisce una dimensione media dell’immagine di circa 9 MB.

I colori chiari e luminosi non deludono le aspettative. Anche se occasionalmente le immagini scattate con il teleobiettivo dello zoom hanno perso un po’ di nitidezza, siamo stati comunque in grado di ottenere risultati accettabili scattando senza alcun treppeide.

Ci siamo accorti che con il paraluce montato si è verificato un effetto di “vignettatura” dovuto al fatto che abbiamo catturato le estremità del paraluce durante lo scatto, quindi bisogna stare un attimo attenti.

Siamo rimasti colpiti dai risultati a livelli più alti delle impostazioni di sensibilità ISO dell’FZ1000. Scattando fino all’impostazione massima di ISO 12800 si perde del dettaglio ma comunque la foto nel complesso non viene per niente male, per evitare questo è comunque meglio mantenere fino ad un massimo di ISO 6400 per risultati migliori.

CONCLUSIONE

Nel complesso questa Panasonic Lumix DMC-FZ1000, modello che ricordiamo è uscito nel 2014, ci risulta ancora estremamente valido.

E’ adatta sia a fotografi amatoriali che vogliono iniziare a sperimentare i parametri fotografici, che per chi non vuole portarsi dietro un corredo di molti obiettivi in quanto questa fotocamera bridge ha una versatilità che permette di scattare macro, paesaggistica, ritratti e il punto forte sicuramente la fotografica a distanza grazie allo zoom che può raggiungere ai 400mm.

FOTO DELLA BRIDGE

Panasonic Lumix DMC-FZ1000

Panasonic Lumix DMC-FZ1000
7.5

Estetica

8.0/10

Caratteristiche tecniche

7.5/10

Qualità/Prezzo

7.0/10

Video

7.0/10

Foto

8.0/10

Pro

  • Versatilità
  • Sensazione di prodotto professionale
  • Ergonomia
  • View finder e schermo reclinabile

Contro

  • Abbastanza pesante
  • Messa a fuoco non sempre veloce/precisa

Articoli recenti

Davide Donada Scritto da:

Sono un grande appassionato di informatica, fotografia e grafica digitale. Mi piace testare i nuovi prodotti tecnologici usciti sul mercato.