SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM 🥰

Oppo Reno 6, la recensione: uno smartphone con design e concretezza

Bel design, nuovo Hardware ed un software maturo per Reno 6

Ultimo aggiornamento:

Oppo, con Reno6 ha voluto rilanciare la serie “Reno”, focalizzandosi maggiormente sul design e la versatilità d’uso. Un prodotto che abbiamo costantemente tra le mani, deve anche essere bello! almeno questa sembra essere la filosofia del brand che ha puntato fortissimo sul design tirando fuori uno dei devices più belli di questo 2021.

Offerta
OPPO Reno6 5G, Dual Sim, Mediatek 900, Display 6.43‘’ FHD+ AMOLED...
  • Fotocamera : Tripla fotocamera...
  • Highlight: Ultra-Clear Image...
  • Batteria: 4300mAh, SuperVOOC...
  • Highlight: 5 min di ricarica,...
  • Processore: MediaTek Dimensity...

Ultimo aggiornamento 2021-11-24 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Design e Display

Il design di Oppo Reno 6
Il design di Oppo Reno 6

Una delle caratteristiche degne di nota per Reno6 è il design, con un form-factor ‘quadrato’ molto alla iPhone12, il brand propone delle linee che mancavano da diversi anni nella line-up. Le dimensioni compatte (156mm x 72mm x 7,5mm) rendono questo prodotto davvero comodo, molto piacevole da utilizzare e le forme squadrate aiutano a tenerlo ben stretto tra le mani. Inoltre la back cover ha un trattamento oleofobico perfetto, mai trovato tracce di impronte o manate varie.
Sul retro in alto a sinistra abbiamo il modulo delle fotocamere che poi approfondiremo meglio, mentre invece il lato frontale è dominato da un display ampio, di buona qualità, senza notch o gocce, ma con il foro a sinistra per sensori e fotocamera frontale. Bordi squadrati in alluminio che fanno da cornice ad una back cover in vetro davvero stupenda al tatto, con questa trama ‘sabbiata’ che crea dei giochi di luce davvero appaganti, quasi LUCCICA sotto la luce diretta del sole.

Il display a differenza del design, non brilla per unicità. Se il brand asiatico ha confezionato un prodotto davvero perfetto da vedere, non lo deve soprattutto al display, che pur essendo un buon pannello non lascia gridare al miracolo.
Sia chiaro, non ha difetti evidenti, semplicemente ci aspettavamo forse qualcosina in più.
Il pannello è un AMOLED da 6,43” in risoluzione FullHD+, ha un rapporto in 20:9 ed un refresh rate a 90Hz.
Tecnicamente è completo, ha tutto quello che un buon display dovrebbe avere: colori ben tarati, luminosità abbondante sebbene non sia luminosissimo come altri competitor, e una buona immersività dato il formato 20:9. Ottime caratteristiche che però ad oggi possiamo trovare su la maggior parte dei medio-base gamma, e per il prezzo di lancio di Reno6 qualcosina in più poteva essere fatta.
Ottimo il sensore d’impronta posto sotto il vetro, funziona praticamente 10 volte su 10.

Hardware e Software

Lo smartphone hands-on
Lo smartphone hands-on

Il design però non è l’unico punto di forza in Reno6, che in questa variante ‘da fratello minore’ rispetto al Reno 6 Pro, ci mostra anche un nuovissimo SoC di proprietà Mediatek : Dimensity900.

Un nuovissimo processore octa-core a 64-bit

  • 2x Cortex-A78 @ 2,4GHz
  • 6x Cortex-A55 @ 2GHz

In termini semplici possiamo dire che si tratta di un processore davvero di buon livello, che gestisce ottimamente le operazioni solite da smartphone, anche con un uso molto molto intenso, come lunghe sessioni di photoediting o videoediting, bene quindi anche la GPU MaliG-68
Delude un po’ dal punto di vista della dissipazione perché ho notato che scaldicchia nelle fasi più concitate dei vari test con i benchmark. Stando proprio ai risultati dei Benchmark pero il nuovissimo SoC di casa MediaTek risponde bene ai test, il che è assolutamente un bene e tutto sommato rispecchia poi l’effettiva validità di questo processore anche nell’uso quotidiano. Finalmente sembra essere stata trovata una vera alternativa valida alle varianti Qualcomm che abbiamo già apprezzato.

Inizialmente non pensavo potesse reggere il confronto con l’equivalente di casa Qualcomm, invece devo dire che in abbinamento all’ormai matura ed ottima ColorOs, qualsiasi operazione con questo smartphone risulta sempre abbastanza fluida.

Nella gestione di tante app in background credo che gli 8GB di Ram siano sufficienti visto che non ho mai avuto problemi di app che crashavano.
Della ColorOs abbiamo già ampiamente discusso in altri articoli che vi invito a visualizzare, per tanto non mi dilungherò molto.
A breve sarà disponibile l’aggiornamento alla versione 12! Che dovrebbe essere quella a mio avviso ‘del grande balzo in avanti’ per Oppo, che nel corso delle generazioni ha saputo davvero migliorare tanto, che ovviamente arriverà presto anche su Reno6, per tanto restiamo in trepidante attesa per le novità che sicuramente il brand porterà a bordo dei propri dispositivi, visto e considerato che negli anni si tratta di una personalizzazione software che ha compiuto enormi passi in avanti.
L’attuale versione è comunque ancora la 11.3 da qualche mese, e gira chiaramente su base Android11

Anche la connettività è al completo, il 5G funziona molto bene.
Benissimo connettività sia in WiFi che in Bluetooth, ormai siamo al top della categoria anche nei mediogamma per queste caratteristiche hardware.

Foto e Video

Esempio di foto scattata con Oppo Reno 6
Esempio di foto scattata con Oppo Reno 6

La serie Reno è sempre stata una delle mie preferite in assoluto.
Posso tranquillamente definirmi un ‘fiero precursore’ in questo senso visto che ho avuto fin dal dayone Oppo Reno2.
Gli Oppo Reno si sono sempre distinti per il loro comparto multimediale, venendo etichettati come smartphone per ‘Creators’ per le varie features come la modalità UltraSteady che venne lanciata proprio sulla serie Reno2 e per la NightMode avanzata, che fu davvero una bella novità.
Oggi le novità introdotte non ci sono, piuttosto si è cercato di andare a migliorare ed affinare quelle già presenti, scelta difficile da biasimare ma qualche novità avrebbe sicuramente giovato.
La scelta sui sensori anche non è stata cambiata, è infatti riproposto il solito trittico:

  •  64Mp f/1.7
  •  8Mp f/2.2 Ultrawide
  •  2Mp f/2.4 Macro
  •  32Mp Selfie-Cam

I risultati degli scatti di giorno sono oltre la sufficienza piena, direi anche sul 7,5/10 se dovessimo cercare di quantificarli. La messa a fuoco è molto intelligente anche se ogni tanto è troppo invasiva e tende a ‘cercare’ soggetti in maniera forzata.
L’Hdr automatico lavora bene e la resa cromatica gestita dal software è sempre molto buona, mai troppo satura.
Di sera la qualità tende a calare nel punta e scatta, mentre la modalità notte rimane di buon livello (scattando con la principale) mentre invece al buio, con grandangolare o zoom si rasenta il disastro

Selfie nella media, senza infamia e senza lode

Bene la modalità ritratto anche se l’effetto Bokeh tende ad essere troppo “artificiale”

I video sono buoni, stesso discorso per le foto se consideriamo quelli girati con poca luce.
Benissimo la modalità UltraSteady, che gira al massimo in 1080p a 60fps ma la differenza di fluidità e stabilizzazione è impressionante.
Le risoluzioni sono le seguenti

  •  1080p 30fps
  •  1080p 60fps (anche Ultra Steady o grandangolare)
  •  4K 30fps (solo zoom 1x)

Per maggiori approfondimenti lascio qui la videorecensione dedicata a questo Oppo Reno6

Autonomia

L’autonomia è gestita molto bene, siamo a circa 6/7h di schermo attivo, retti dai 4.300mAh.
La ColorOs gestisce molto bene i consumi e questo nuovo processore Dimensity 900 non sembra soffrire alcun batterydrain, motivo per cui l’autonomia rappresenta un ottimo punto di forza di questo device.
La tecnologia superVooc2.0 che consente di caricare lo smartphone a 65w, portandolo da 0a100% in meno di mezz’ora, resta forse il fiore all’occhiello della produzione Oppo, che con questa feature, come già dicemmo in passato in altre recensioni, svolta completamente il vostro modo di gestire la batteria residua del vostro smartphone perché sarete sempre pronti a ricaricarlo davvero in pochi minuti mettendolo in condizioni di affrontare altre lunghe ore di sforzi ed utilizzi vari

Conclusione

La serie Reno come giá detto precedentemente aveva un grosso punto di forza: la multimedialità, l’essere concepito per i creators, proponendo alta qualità foto/video ad buon prezzo.

Adesso si è scelto di variare un po’ facendo leva su nuove caratteristiche:

– un nuovo processore, che ha reso lo smartphone altamente performante
– un design sicuramente accattivante
– un prezzo di Lancio ‘interessante’

Sui primi due punti non ho molto da aggiungere, una considerazione voglio giusto esporla riguardante il prezzo.

I 499€ richiesti, secondo me rimangono una soglia ancora troppo alta rispetto a quanto offerto ed alla concorrenza. Qualora cominciasse a calare un pochino di prezzo e non cerchiate esattamente un cameraphone ma un dispositivo ‘a tutto tondo’ allora sì che potrebbe fare al caso vostro. Magari teniamolo d’occhio per il Black Friday!

Offerta
OPPO Reno6 5G, Dual Sim, Mediatek 900, Display 6.43‘’ FHD+ AMOLED...
  • Fotocamera : Tripla fotocamera...
  • Highlight: Ultra-Clear Image...
  • Batteria: 4300mAh, SuperVOOC...
  • Highlight: 5 min di ricarica,...
  • Processore: MediaTek Dimensity...

Ultimo aggiornamento 2021-11-24 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Oppo Reno 6, la recensione: uno smartphone con design e concretezza
CONCLUSIONE
I 499€ richiesti, secondo me rimangono una soglia ancora troppo alta rispetto a quanto offerto ed alla concorrenza. Qualora cominciasse a calare un pochino di prezzo e non cerchiate esattamente un cameraphone ma un dispositivo ‘a tutto tondo’ allora sì che potrebbe fare al caso vostro. Magari teniamolo d’occhio per il Black Friday!
PRO
Estetica al top
Dimensioni compatte
Performance sorprendenti
ColorOS ottima, e passerà alla versione 12
CONTRO
Sensori fotografici "soliti"
Poche novità introdotte per la serie RENO
Prezzo di lancio poco concorrenziale
No Impermeabile / No Jack cuffie
7.8
VALUTAZIONE COMPLESSIVA
ACQUISTA SU