Huawei P30, la recensione: che eleganza!

Guai a considerarlo il fratello minore della sua variante “Pro”,  infatti Huawei con questo ultimo top di Gamma Huawei P30 che si unisce a quasi tutto ciò che di buono ha il P30 Pro  e si aggiunge alla versione  economica del P30 Lite, porta con sé due caratteristiche non da poco: Ergonomia e uso quotidiano.
Andiamo subito a vedere cosa propone questa volta il colosso cinese con la seguente recensione completa.

UNBOXING

Huawei ha deciso di non risparmiarsi in nulla, offrendo all’interno della confezione di vendita:

  • Cover in TPU trasparente (Fondamentale, lo smartphone scivola tantissimo!)
  • Un super alimentatore 5V/4.5A che carica molto velocemente il device
  • Cavetto dati USB – Type C
  • Un buon paio di auricolari (Qualitativamente superiori alla media) che a differenza di quanto accade per P30 Pro, ovviamente si collegano col Jack da 3.5mm

SCHEDA TECNICA

La scheda tecnica scelta sotto la scocca del Top di gamma Huawei, fa subito intendere quali sono le intenzioni del brand asiatico: Il meglio a disposizione praticamente per tutto. A differenza di altri brand, poca importanza alle memorie RAM (Poco utile al momento avere più di 6GB) ma nient’altro è lasciato al caso, ottima scelta!

  • Dimensioni: 149,1 x 71,4 x 7,6 mm | 165 g
  • CPU: HiSilicon Kirin 980 OCTACORE 2.6 GHz | processo produttivo a 7nm
  • GPU: Mali-G76 MP10
  • Display: AMOLED 6.1” FHD+ [1080×2340] 18:9 HDR – 432PPI
  • MEMORIA (ROM)/(RAM) 128GB | Espand. Con NANOSD Proprietaria Huawei / 6GB RAM [UFS 3.0]
  • Lettore Impronta sotto il DISPLAY
  • Px3 [Resistente a schizzi d’acqua e polvere] Non all’immersione in acqua
  • 3650 mAh di Batteria | No ricarica Wireless

DESIGN

Una volta analizzata la scheda tecnica, che come detto precedentemente ha davvero pochissimi compromessi da accettare, passiamo ad analizzare uno dei fiori all’occhiello di questo dispositivo: Il Design.
Huawei ha oggettivamente investito tanto su questo aspetto, cercando di proporre dispositivi sempre molto eleganti, in qualsiasi fascia di prezzo vada a proporli.
E’ uno dei brand che sicuramente cura maggiormente l’estetica dei propri dispositivi, ma con la serie P30 secondo me ha davvero toccato l’apice.

Il device è avvolto da una cornice in metallo grigio metallizzato, che rende molto sicura la presa nonostante il grip del materiale non sia tra i migliori. Scorrendo lungo le cornici, a destra abbiamo gli unici tasti: Bilanciere del volume,facilmente raggiungibile in qualsiasi modo stiate mantenendo il cellulare ed il Tasto POWER, con un elegante dettaglio di colore rosso rubino, piccoli dettagli che fanno la differenza.

Il lato posteriore dello smartphone è sicuramente quello più accattivante: Totalmente in vetro, senza interruzioni se non per la presenza in alto a sinistra della tripla camera (leggermente sporgente –non ai livelli dello Xiaomi Mi9-). I colori di questo dispositivo sono davvero indescrivibili, tutte le persone a cui ho mostrato il device sono rimaste sempre sbalordite da quanto sia bello! Lasceremo parlare le immagini in questo caso:

Oltre all’estetica però, Huawei il vero salto di qualità lo ha fatto con le dimensioni.
Il dispositivo ha un ottimo pannello AMOLED davanti che analizzeremo meglio nel dettaglio, una batteria che resta comunque sufficiente per qualsiasi uso stress, ed il tutto è stato inserito in delle dimensioni perfette.
La sensazione iniziale di quando lo si utilizza è quella di star usando un iPhone X, che secondo me tra i top di gamma recenti resta uno di quello con le dimensioni migliori. In pratica è un “Compatto” senza nessun compromesso, anzi!
L’uso ad una mano con questo device è davvero una sensazione che non provavo da tempo

DISPLAY

Il lato frontale del device Huawei è totalmente dominato dal pannello AMOLED da 6.1” FHD+. Il form factor in 18:9 ed il “Notch” a goccia, non fanno altro che migliorare l’esperienza d’uso di questo dispositivo.
La compatibilità con l’HDR lo rende davvero perfetto per la visualizzazione dei contenuti multimediali. E’ assolutamente impensabile non restare colpiti dai dettagli che vengono proposti con questo pannello, fruendo dei giusti contenuti.
L’unica nota negativa del display che mi sento però di evidenziare, è la luminosità massima. Non è elevatissima, sotto la luce diretta del sole in alcune giornate molto molto soleggiate ho dovuto faticare un po’ almeno inizialmente per leggere bene.
In linea di massima le uniche difficoltà le ho avute però quando avevo la luminosità automatica attiva: Il sensore è un po’ lento nel riconoscere quando aumentare velocemente la luminosità.

HARDWARE & SOFTWARE

La scheda tecnica come abbiamo ripetuto pocanzi è assolutamente da “Fulmine di guerra”.
Peccato però, che effettivamente all’atto pratico non lo sia mai realmente al 100%!
Attenzione però, con questo non intendo assolutamente dire che sia un dispositivo lento o altro, anzi. Huawei ha fatto un ottimo lavoro dal punto di vista dell’ottimizzazione Hardware/Software. Forse rispetto al passato finalmente la EMUI comincia ad avere un senso. In questa versione 9.1 basata su Android 9.0 PIE, infatti sono riuscito a godere maggiormente di questa interfaccia, che rispetto ai momenti nefasti del passato sta migliorando sempre di più! Presenti infatti alcune ottime funzioni, poco invasive che nell’uso quotidiano riusciranno a migliorare in generale l’esperienza d’uso.
Mi sarei però aspettato qualcosina in più, non nego che qualche volta ho dovuto riavviare il device (specialmente quando aveva poca batteria) perché non riusciva a gestirmi bene tutte le app stressanti che stavo utilizzando [Lightroom + musica + altre app in background]. Ma i test servono a questo! No? 🙂

Ottime le gestures ad esempio, che con questo device molto compatto sono praticamente perfette da utilizzare.
Molto bene lo sblocco con volto (Anche se non velocissimo come ad esempio proposto dal Mi 9, che secondo me offre il miglior sblocco con volto senza illuminatore assieme a OnePlus)
Ottimo il sensore d’impronta sotto il display invece, che risulta essere molto preciso ed anche abbastanza veloce!
Ovviamente un plauso va fatto soprattutto a Huawei per aver lasciato il Jack da 3.5mm, che per molti rappresenta uno dei punti cardine per iniziare a valutare se acquistare o meno uno smartphone!

CAMERA & AUDIO

Oltre al design ed all’ergonomia, Huawei mostra finalmente l’artiglieria pesante con un comparto fotocamere tra i migliori della categoria.
Qui si notano maggiormente le differenze col fratello maggiore, il P30 Pro, che ha migliorato ulteriormente il modulo fotocamera, ma all’atto pratico, questo P30 ha tutto ciò che serve per scattare delle ottime foto, in praticamente ogni condizione di luce possibile!
Tanta innovazione e resa fotografica al top, soprattutto grazie al nuovo sistema RYB (NON PIU’ RGB) del sensore principale. (RED YELLOW BLUE e non più RED GREEN BLUE: Utilizzando questo sistema, Huawei fa si che la lente principale da 40Megapixel, catturi maggiormente le luci gialle, migliorandone nettamente la resa cromatica soprattutto durante gli scatti in notturna)

Adesso però analizziamo con calma tutto ciò che il colosso Cinese ha inserito all’interno dello sporgente modulo a 3 lenti:
Sensore Primario: 40 MegaPixel ƒ/1.8 [Con sensore RYB]
Sensore Secondario: 16 MegaPixel ƒ/2.2 Ultrawide
Sensore Terziario: 8 MegaPixel ƒ/2.4 Zoom 3X OTTICO

Anteriore:
Selfie Camera da 32MP ƒ/2.0 con HDR

Presente anche l’Autofocus laser ed il flashLED DUAL TONE.

Reparto fotografico eccellente dunque, almeno a leggere dalla dotazione, che viene completato dalle performance anche video: 1080p 60FPS con stabilizzazione elettronica oppure max 4K 30FPS.

Partiamo un attimo proprio dai video: Purtroppo non un passo in avanti rispetto alla vecchia generazione Huawei. Unica nota negativa forse di questo comparto, in quanto i video non risultano mai essere belli nitidi e stabili come vorremmo, spostandoci e girando video anche in FHD infatti noteremo subito l’assenza di una buona stabilizzazione. Diverso invece il discorso se si girano video praticamente stando fermi. (Carina la possibilità di usare lo Slowmotion fino a 960fps)

Analizzando invece le foto possiamo dire che:
I selfie sono finalmente tra i migliori della categoria. Abbiamo la possibilità di usufruire della modalità ritratto con la selfie cam che garantisce davvero scatti ricchi di dettaglio e con un bello e ben definito effetto Bokeh, con il PLUS dell’uso dell’HDR.

La fotocamera posteriore invece sorprende soprattutto per la sua flessibilità!
– E’ praticamente possibile inventarsi ogni tipo di scatto, in qualsiasi condizione di luce.
– La grandangolare “GRANDANGOLA” abbastanza, senza distorcere troppo le linee e senza creare quell’effetto troppo Fish-Eye
La Modalità Notte, invece garantisce davvero un miglioramento netto della resa cromatica delle foto, riuscendo a far interpolare benissimo la luce dai tre sensori, personalmente consiglierei di usarla anche durante il giorno se si ha una buona mano ferma perché ne trarrete comunque giovamento!
Lo Zoom ottico 3X spesso è utile se si vuole catturare qualche dettaglio, ottima la possibilità tramite software di ottenere un nitido ZOOM Elettronico 5x!
AI: L’intelligenza artificiale ho preferito molte volte non sfruttarla, riconosce molte scene indubbiamente questo sì. Però tende troppo a saturare i colori e personalmente non la trovo mai una scelta saggia. Utile invece la funzione dell’AI quando si vuole scattare una macro: Attiverà la modalità ‘SUPER MACRO’ in grado di fornirvi un bell’effetto di profondità e soprattutto foto ricche di dettaglio.

Ecco tutta una serie di scatti realizzati con Huawei P30:.

AUDIO

Da questo punto di vista non ho avuto molto da dire, in media l’audio è ok, mai troppo distorto anche perché il volume complessivo non è elevatissimo, essendo mono. Per cui abbiamo un comparto audio di discreta potenza nonostante i presupposti facessero pensare ad altro.
L’audio in cuffia invece è abbastanza sopra la media, nonostante non sia dichiarato nessun modulo DAC dedicato di specifico.
Manca la Radio FM ma per fortuna abbiamo il già citato Jack per le cuffie che resta sempre un punto a favore importante quando si va a scegliere uno smartphone.

BATTERIA & CONNETTIVITA’

Huawei P30 come detto in precedenza porta sotto la sua meravigliosa scocca una batteria da 3650 mAh, che supporta la ricarica rapida (precisamente fino a 22W), senza nessuna abilitazione alla ricarica Wireless.
La batteria nonostante sia comunque meno capiente rispetto ad altri smartphone non delude.
Sono sempre riuscito a giungere a sera con un abbondante 25/30% di autonomia residua nelle giornate più stressanti (FULL 4G+ + Tanto MAPS + Tanto uso social e musica)
Un plauso in questo caso però va sicuramente fatto alla EMUI, che tramite una gestione intelligente dell’autonomia riesce a garantire in dimensioni ridotte un’ottimizzazione degna di nota tra hardware e software ancora una volta.

NB: La gestione di risparmio batteria potrebbe portarvi a non avere fisso in Background alcune applicazioni che potrebbero servirvi, tenete d’occhio le impostazioni

La connettività è al TOP. Ottima la ricezione; Mai problemi con la rete WIFI che è DUAL BAND. Bene anche il 4G+ che può raggiungere le velocità più alte possibili grazie al supporto del Kirin 980

CONCLUSIONE

Ancora una volta Huawei si afferma sul mercato mondiale proponendo un ottimo top di gamma.
La serie “P” l’ho sempre preferita rispetto alla serie Mate, proprio per un discorso di ergonomia ed usabilità.

Ho avuto modo di provare diversi smartphone di entrambe le serie, e con i vari P10/20 ho sempre avuto la sensazione di maneggiare un ottimo dispositivo in dimensioni veramente compatte.

Con P30 Huawei infatti, mette sul mercato ad un prezzo di listino di 799 € (che ad oggi si trova gia stabilmente a 100 euro in meno Online) un device grandioso, virando sempre più verso la multimedialità, ma restando sempre con la filosofia che in mano si debba avere qualcosa di comodo e che spesso dimentichi anche di avere in tasca per quanto è leggero.

Insomma, per un uso prettamente social è praticamente perfetto per la sua versatilità in ambito multimediale, se si vuol creare un contenuto di qualità e soprattutto in qualsiasi condizione è davvero consigliatissimo.
Se poi preferireste avere altro, il mercato ha tantissimo altro da offrire. Per me comunque resta uno dei migliori device Huawei testati fin’ora.

Pro
  • Design elegantissimo
  • Dimensioni perfette
  • Fotocamera al top
  • Autonomia in rapporto alle dimensioni
Contro
  • Qualche lag di troppo
  • Video non al pari con le foto
  • Audio, si poteva migliorare molto
  • Svalutazione prezzi di listino
8.1
Ottimo
Design - 9.5
Display - 8
Prestazioni - 7.5
Fotocamera - 9.5
Connettività - 7
Autonomia - 8.5
Qualità/prezzo - 7

Dì la tua!

3 0