GoPro Hero 7, la recensione: l’action camera senza rivali?

Il mercato ‘premium’ delle action-cam propone sempre dei veri e propri gioiellini, device sempre più compatti e comodi da utilizzare, con un enorme potenziale sotto la scocca e soprattutto un’esplosione di qualità che lascia sempre a bocca aperta e GoPro Hero 7 di cui parleremo in questa recensione è uno di questi.

Con l’estate ormai finalmente giunta su tutta la penisola, dopo un Maggio estremamente freddo, può essere un quesito interessante da porsi: Quale acquistare?
Dopo averne provate di diverse, possiamo affermare tranquillamente che questa fetta di mercato ha ancora un brand a regnare incontrastato: GoPro.

Con la recensione completa della Hero 7, andiamo insieme a scoprire come mai:

Design

L’ultimo top di gamma dell’azienda, ricalca anche in questo modello Hero7 il Design classico di GoPro, che è sempre stato caratteristico del brand, tanto da essere ripresto anche da altri devices di aziende competitor.
Le dimensioni (62,3 L x 44,9 A x 33 P) rendono la camera super compatta e soprattutto molto leggera(solo 116grammi), spesso e volentieri bisogna controllare se la si ha ancora agganciata all’accessorio di turno, perché si ha la sensazione che sia volata via tanto che risulta essere leggera!

Sul lato superiore del dispositivo abbiamo il tasto di Scatto/Start video che la fa da padrone, sul lato invece l’ingresso per i collegamenti USB-C e l’ingresso mini HDMI.

Frontalmente, oltre al sensore ultrawide da 12MP con apertura f2.8, GoPro applica un utilissimo display che attraverso una interfaccia molto intuitiva, ci fornirà diverse informazioni utili riguardanti: Batteria/Tempo di registrazione/spazio di archiviazione. (Non si può interagire con questo display)

Il display LCD TFT da 2″posteriore invece è ovviamente a colori, a differenza di quello anteriore.
Si tratta davvero di un bel display con una buonissima luminosità, non si ha mai difficoltà ad utilizzarlo sotto la luce diretta del sole (Plus da non sottovalutare mai, dato che al 90% dei casi la utilizzerete all’aperto!)

Buona la reattività ai comandi, i vari swipe sono sempre precisi e non si rischia mai di pigiare tasti a schermo involontariamente, quindi buona anche la capacità aptica del dispositivo.

Hardware

GP-1 CPU
2 GB Ram
Batteria 1220 mAh Removibile (Circa 1h di registrazione continua in 4K 60Fps con stabilizzazione attiva)
GPS INTEGRATO (localizzazione foto + aggiunta tachimetro ai video)
Impermeabile anche senza custodia fino a 10m

Software

Il vero salto di qualità quest’anno GoPro lo presenta dal punto di vista software. Come analizzato infatti in precedenza, il lato Hardware non ha proposto novità eclatanti, anche perché la base di partenza di GoPro Hero6 era già ottima, sul software invece l’azienda ha davvero lavorato molto bene.
Alcune funzionalità che mi hanno colpito maggiormente sono state:

Hypersmooth A TUTTE LE RISOLUZIONI (nuova funzione esclusiva) per la prima volta infatti, con stabilizzazione digitale supportata anche al 4K – 60FPS, sarà possibile godere dei contenuti al massimo della qualità possibile, con una stabilizzazione che pur essendo soltanto digitale e non ottica, offre dei risultati incredibili. Sicuramente per la prossima edizione (Magari Hero8) verrà introdotta anche una forma di Hypersmooth con stabilizzazione ottica (speriamo!)

Il fiore all’occhiello del device però, resta soprattutto la nuova interfaccia,intuitiva, semplice da utilizzare, offre infatti una facilità estrema nel cambiare risoluzioni (MAX 4K), framerate e stabilizzazioni (MAX 240FPS).
Possibilità di cambiare il campo visivo a disposizione (lineare, ampio, superview) e tramite degli swipe si accede ovviamente ad una serie di toggle utili (Stile tendina notifiche Android) dove regolare vari parametri come i comandi vocali, la connettività ed altro.

Ovviamente con la connettività nessun tipo di problematica, sempre veloce e stabile, sia nel passaggio dei contenuti via App, sia nei vari collegamenti Bluetooth.

Ho apprezzato molto anche la possibilità di migliorare la qualità anche in condizioni di luce scarsa, con l’apposita funzione presente nelle impostazioni di scatto.

Se invece avete maggiore dimestichezza con ISO, tempi di scatto e bilanciamento del bianco, troverete davvero interessante anche l’ausilio della Modalità ‘Pro-Tune’ per impostare una sorta di modalità manuale della fotocamera, con cui poter modificare i vari parametri citati in precedenza.
Molto utile la possibilità di poter salvare gli scatti in formato RAW.

Anche la modalità foto ‘automatica’ ottiene dei miglioramenti rispetto alle edizioni precedenti di GoPro, come la modalità ‘Super Foto’ che va essenzialmente a migliorare le foto con HDR, rendendo la resa cromatica molto più fedele alla realtà.
Possibilità ovviamente anche qui di poter modificare il campo di inquadratura per lo scatto.

Una chicca introdotta invece quest’anno, che francamente ho trovato davvero geniale è la funzione Timewarp, una sorta di Hyperlapse in movimento quindi, con una buona stabilità, regolabile su tre livelli di velocità che può aiutare a realizzare davvero delle belle clip.

Un’ultima menzione speciale va ovviamente alla solita App di GoPro, davvero molto piacevole da utilizzare, mai un impuntamento, straordinaria la possibilità di poter editare, anche se in piccolo, le proprie clip.
Se non l’avete mai provata, ve ne innamorerete senza dubbio!

Lascio qui qualche Video/Scatto del mio ultimo viaggio alle Isole Azzorre

TimeLapse in 1440p a Lagoa do Fogo (Isole Azzorre)

 

Lascio qui un video realizzato da me, alle Isole Azzorre ed editato in esattamente 5 minuti utilizzando “Quik”, la intuitivissima APP di GoPro!

Uno Screenshot catturato con la funzione “Cattura Immagine” mentre si registra normalmente

Ecosistema di accessori

Un plauso va ovviamente fatto a GoPro per la scelta, davvero funzionale in questo caso, di aver lasciato invariate le dimensioni con la generazione precedente, senza rinunce e soprattutto migliorando il dispositivo.
Perché? In questo modo si ha ovviamente una totale compatibilità di accessori, che rispetto ad altre action-cam sono abbastanza ‘esclusivi’.
Questo rende ovviamente GoPro capo di un piccolo ecosistema a sé stante, ricco di accessori che spesso per altre action-cam si fa fatica a reperire sui vari siti di e-commerce.

Personalmente l’ho provata con un Dome (lascio qui qualche esempio) ed è stata davvero una bellissima esperienza, considerando che su Amazon se ne trovano di compatibili soltanto con GoPro!

Conclusione

Una delle domande che mi sono posto più spesso è stata: Vale la pena acquistarla?
Ad oggi, qualitativamente si fa fatica a trovare di meglio, forse qualche competitor su alcuni aspetti riesce ad eguagliare la qualità offerta da Hero7, però ovviamente va a peccare su altri.

Considerando i vari accessori abbastanza unici, la qualità in tutti i formati video, le funzioni presenti, attualmente non ha eguali.

Considerandone invece soltanto qualità nel video FHD e stabilizzazione, forse la differenza con altri top di gamma di altre aziende davvero rasenta lo zero.

Personalmente posso dirvi che per completezza, abbiamo appena terminato la recensione della migliore Action Cam sul mercato, che quest’estate saprà davvero regalarvi molte soddisfazioni.

Pro
  • Stabilizzazione video pazzesca
  • Interfaccia touch intuitiva
  • Ottime riprese 4K
  • Impermeabile anche senza cover
Contro
  • Batteria da migliorare
  • Comandi vocali da rivedere
8.8
Ottimo
Design - 9
Hardware - 9
Software - 8
Prestazioni - 9
Qualità/prezzo - 9

Dì la tua!

3 0