Creatività senza limiti grazie ai prodotti e alle soluzioni per le immagini potenziate di Sony

Oggi Sony ha presentato nuovi prodotti e soluzioni sviluppati in collaborazione con il settore dei media per dar vita alla visione creativa degli artisti. I punti chiave includono potenziamenti alla telecamera cinematografica digitale VENICE e al camcorder full-frame FX9 di Sony, oltre agli upgrade per i monitor professionali 4K HDR. Inoltre, Sony punta a espandere il portafoglio Ci di strumenti per la gestione dei contenuti e la collaborazione basati su cloud con una soluzione di gestione ibrida degli asset ottimizzata che consolida Ci e NavigatorX, oltre al nuovo portale Media Analytics. 

Nuove possibilità offerte da soluzioni di imaging leader del settore

Per il 2020, Sony amplia il suo portafoglio di imaging e le funzionalità dei prodotti e offre una gamma di soluzioni ottimizzate che massimizza la qualità e il valore dei contenuti e accresce le opzioni per i produttori di contenuti e i broadcaster.

Produzioni per cinema, programmi TV, pubblicità e documentari

  • Firmware versione 6.0 di VENICE: Sony espande le funzionalità della sua telecamera cinematografica digitale VENICE per offrire libertà creativa e usabilità ancora maggiori per i creatori cinematografici, di fiction e corti. Il firmware versione 6.0 supporta l’importazione di un nuovo file Advanced Rendering Transform (.art) che include, tra le altre funzionalità, la nuova “libreria di look Technicolor”, l’aggiunta della linea frame per un secondo utente e funzionalità HFR estese. Lancio previsto per novembre 2020.
  • Firmware versione 2.0 per FX9: il firmware versione 2.0 del camcorder full-frame FX9 espanderà le funzionalità di ripresa e migliorerà l’usabilità. La versione 2.0 supporterà la registrazione 4K 60p/50p full-frame mediante sovracampionatura da un’area 5K ritagliata del sensore full-frame 6K, l’uscita esterna in RAW a 16 bit e tante altre funzionalità. Lancio previsto per ottobre 2020.
  • La versione 2.0, il cui lancio è previsto per ottobre 2020, supporterà la registrazione 4K 60p/50p mediante sovracampionatura da un’area 5K ritagliata del sensore full-frame 6K, l’uscita esterna in RAW a 16 bit e tante altre funzionalità.

Ulteriori funzionalità per VENICE e FX9 sono riportate nell’annuncio – Sony amplia la versatilità nelle riprese e la libertà creativa con gli upgrade alle telecamere full-frame VENICE e FX9

A supporto delle produzioni di news e live

  • PXW-Z450KC: pacchetto promozionale con ottica del kit.

Il camcorder PXW-Z450 4K 2/3″ a spalla sarà disponibile in un kit di produzione che includerà ottica zoom 4K 18x, viewfinder e microfono. Il lancio di PXW-Z450KC è previsto per agosto 2020. 

  • PXW-Z190 e PXW-Z280: supporto del live streaming semplice nei primi mesi del 2021.

I camcorder compatti 4K di Sony saranno potenziati con le funzionalità di streaming FHD RTMP/RTMPS, consentendo agli utenti di trasmettere news, sport ed eventi in streaming live. Gli utenti a quel punto possono caricare i contenuti sui siti di condivisione video e le piattaforme di social rapidamente, ovunque e in qualsiasi momento.

  • MSU-3500 e MSU-3000, pannello telecomando multi-camera e unità di configurazione principale per system camera:

L’unità di configurazione principale è un pannello di controllo per la configurazione e la manutenzione della telecamera. Entrambe le unità sono dotate del nuovo pannello touch LCD WVGA da 7″ che offre una migliore visibilità agli utenti. MSU-3500 è un’unità da mezzo rack orientata in verticale mentre MSU-3000 è un’unità rack piena orientata in orizzontale. Entrambi i modelli saranno disponibili dall’estate 2020.

  • Unità Professional Disc XDCAM PDW-U4: PDW-U4 è un’unità drive portatile e semplice da usare ad alta capacità – fino a 128 GB (non riscrivibile) e 100 GB (riscrivibile) – che consente di usare supporti Professional Disc XDCAM a quattro/tre/due strati e single layer. Grazie all’adozione dell’unità DCHS (Dual Channel Head System) a 4 canali, PDW-U4 raggiunge velocità di trasferimento file di circa 2 volte (in lettura)/1,7 volte (in scrittura)2 maggiori di quelle offerte dall’attuale modello PDW-U2. PDW-U4 offre un workflow rapido per la riproduzione dei file di registrazione della telecamera e l’archiviazione della versione finale. Disponibile da gennaio 2021.

Portafoglio con supporto completo dell’HDR

In risposta alla domanda crescente di contenuti HDR, Sony si impegna a offrire supporto completo della tecnologia HDR in tutto il suo portafoglio di soluzioni professionali

  • Metadati SR Live:

Il workflow SR Live ha come fine la creazione simultanea di programmi live HDR e SDR di altissima qualità mediante una sola unità di produzione. Le impostazioni della telecamera HDC Sony vengono acquisite e conservate per tutto il processo di produzione per assicurare produzioni SDR impeccabili come le controparti HDR, proprio come erano state concepite dal tecnico delle ombreggiature. Solo i segnali HDR richiedono switching e routing, eliminando l’esigenza di aggiungere ulteriore personale in produzione (come previsto dalle attuali limitazioni per il broadcasting) per la gestione dell’SDR.

I metadati SR Live sono già supportati dall’unità di conversione per la produzione HDR HDRC-4000 e dal server di produzione PWS-4500. Saranno supportati anche i sistemi di produzione live di Sony disponibili dall’estate 2020, come le system camera serie HDC con funzionalità di registrazione interna alla CCU.

Inoltre, i sistemi di produzione basati su file come i camcorder professionali PXW-Z750, PXW-Z450 e PXW-X4003 supporteranno i metadati SR Live con il software applicativo Catalyst Prepare. Disponibili tra ottobre e dicembre 2020.

PXW-X400 è un avanzato camcorder a spalla 2/3″ che registra in un’ampia gamma di formati di qualità broadcast. Grazie al bilanciamento del peso ottimale, a un consumo energetico ridotto e alle funzioni di rete flessibili, PXW-X400 si rivela una soluzione robusta e versatile per la produzione sul campo. La licenza software opzionale CBKZ-SLHL1 aggiungerà la funzionalità HDR 1080 60P/50P al modello. Disponibile da luglio 2020.

Annunciati nei mesi passati, i monitor di visione 4K HDR di nuova generazione PVM-X2400 (24″) e PVM-X1800 (18,4″) con tecnologia TRIMASTER supportano una luminanza perfettamente bianca di 1000 cd/m2 e offrono la copertura totale della gamma di colori del monitor di riferimento BVM-HX310 TRIMASTER HX, il modello di punta dell’intero settore, assicurando massima precisione cromatica dalla produzione alla post-produzione. Dopo il lancio ufficiale in programma per luglio 2020, è pianificato un upgrade futuro opzionale per marzo 2021 che potenzierà ulteriormente i monitor aggiungendo la conversione interna da HDR a SDR e da 4K ad HD.

  • Aggiornamento per gli switcher di produzione serie XVS e nuova scheda opzionale:

Per soddisfare la domanda crescente di produzioni 4K HDR, lo switcher serie XVS ora supporta la conversione HDR. Sony offrirà anche due nuove schede mix/effetti: il modello XKS-8215 per lo switcher XVS-9000/8000 e il modello XKS-7215 per lo switcher XVS-7000. Le nuove schede offrono quattro keyer con funzionalità complete per ciascuna scheda ME 4K, con resizer, chroma key e la possibilità di assegnare priorità ai key. La conversione HDR e le nuove schede saranno disponibili tra gennaio e marzo 2021.

Rivoluzione nell’efficienza nelle produzioni IP Live

All’avanguardia nelle soluzioni IP, Sony ha distribuito sistemi di produzione IP Live in più di 100 studi live e OB van da aprile 2020 a clienti quali Euro Media Group, DPG Media e Turkuvaz Media Group.

Gli aggiornamenti rilasciati per numerose soluzioni IP Live globali offriranno nuove efficienze e ROI ai broadcaster in tutta Europa. Gli aggiornamenti includono:

  • Ulteriore miglioramento dei sistemi di produzione basati su standard aperti: Sony ha offerto contributi importanti allo sviluppo di sistemi di produzione basati su standard aperti. Ad esempio, durante l’ultimo evento Joint Task Force on Networked Media (JT-NM) che ha avuto luogo nel marzo 2020, Sony ha confermato che il suo ecosistema di produzione IP Live è conforme agli ultimi standard SMPTE ST 2110 e AMWA NMOS per assicurare ai nostri clienti l’interoperabilità necessaria per creare sistemi più avanzati e orientati al futuro grazie alla tecnologia IP.
  • Aggiornamento per le schede di conversione SDI-IP: i modelli NXLK-IP50Y/IP51Y seguono gli standard SMPTE ST2110, compatibili con le conversioni di segnali video in HD, 4K, SDI e IP. Compatibile con i formati per lo streaming ST 2110-20/30/40 e capace di convertire segnali a bassissima latenza, è ideale per l’integrazione in ambienti di produzione IP Live in tempo reale. Le licenze per la conversione SDR/HDR e al formato superiore/inferiore riceveranno un miglioramento con cui si aggiungerà la correzione del colore. Saranno inoltre disponibili nuove licenze per supportare le funzionalità di ritardo audio. Disponibile da settembre 2020.

Trasformazione nelle operazioni grazie al cloud

Sony ha sviluppato numerosi servizi cloud che sfruttano la sua potenza per razionalizzare i workflow di produzione, editoriali e di distribuzione a sostegno della richiesta crescente di lavoro da remoto. Gli ultimi aggiornamenti ai servizi includono:

  • Miglioramento della piattaforma Ci Media Cloud: concepita per unire sistemi diversi e trasferimenti di file ridondanti in una piattaforma unificata, la piattaforma Ci riceverà degli aggiornamenti, previsti per maggio 2020, che includono il lancio di Ci Catalog, che razionalizza la gestione degli asset per le grandi aziende media e offre una gestione più efficiente degli asset completati per le attività di marketing, semplificando le operazioni per i team marketing, vendite, distribuzione e archiviazione.
  • Funzionamento ibrido ottimizzato con NavigatorX e Ci: una soluzione per la gestione ibrida degli asset senza precedenti nel settore. I clienti potranno gestire i contenuti in qualsiasi struttura o tramite cloud. Disponibile da giugno 2020.

Integrazione dell’intelligenza artificiale nei workflow media

  • Portale Media Analytics: la nuova soluzione Sony basata su cloud supporta i creatori di contenuti con numerosi modelli e servizi di analisi IA, inclusi il riconoscimento degli oggetti e le tecnologie speech-to-text, tramite un unico portale basato su Web che si integra perfettamente con Ci Media Cloud Services, XDCAM air e Media Backbone NavigatorX. Il portale Media Analytics, ideale per la gestione dei contenuti sportivi futuri o la produzione di programmi, ottimizza i workflow grazie al potenziamento dei metadati e all’automazione dei processi media per assicurare una maggiore efficienza e produttività. Disponibile dall’autunno 2020.
Condividi l'articolo:
Scritto da
Sono un grande appassionato di informatica, fotografia e grafica digitale. Mi piace testare i nuovi prodotti tecnologici usciti sul mercato ed è per questo che il 27 maggio 2017 ho deciso di aprire RecensioneDigitale.it

Dì la tua!

0 0