HP Tango X, la recensione: la stampante smart da scrivania

Ultimo aggiornamento:

Le stampanti sono spesso poco considerate al giorno d’oggi perché spesso ingombranti o poco utili per la maggior parte delle persone ma quando servono… servono! Oggi vi parliamo di una soluzione smart che concilia utilità e design, HP Tango X.

 

Design

Tango X è stampante compatta che si nasconde quando non serve e sembra più un libro spesso che una stampante; se avete sempre desiderato una stampante che stesse bene anche all’interno di un ambiente “esteticamente” allora HP vi soddisferà.

A prima vista non sembra una stampante, grazie alla sua elegante copertura in tessuto; è disponibile nei colori “Charcoal Linen” o “Indigo Linen” 

Quando ricopre la stampante, il coperchio la nasconde perfettamente quando non viene utilizzata, mimetizzandola; inoltre il coperchio funge da vassoio per contenere le stampe dei fogli.

[ngg src=”galleries” ids=”160″ exclusions=”2464,2465,2466,2468,2469,2471,2472,2473,2475,2476,2477,2474″ display=”basic_thumbnail” thumbnail_crop=”0″ number_of_columns=”2″ show_slideshow_link=”0″ template=”/web/htdocs/www.recensionedigitale.it/home/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/legacy/view/gallery.php”]Ciò che è anche straordinariamente diverso con Tango X è il modo in cui non c’è display sullo schermo o pulsanti da premere; la maggior parte (se non tutte) delle funzioni di controllo viene eseguita tramite l’app della stampante, che è un bene ma anche un male.

Il lato positivo significa che la stampante presenta un aspetto super-elegante e minimalista, ma il lato negativo significa che per eventuali problemi con la stampa o errori, si deve usare lo smartphone e scoprire cosa c’è che non va attraverso l’app.

La fodera in tessuto, sebbene piacevole da guardare, ci ha causato alcuni problemi durante la stampa perché tende a bloccare lo scorrimento del foglio e quindi a bloccarlo rovinare la stampa.

Configurazione

La configurazione di HP Tango X viene eseguita tramite l’app del produttore; è sufficiente configurala alla rete Wi-Fi, installare le cartucce di e farla partire.

Tramite l’applicazione si è in grado di controllare lo stato della tua stampante, inclusi i lavori di stampa e i livelli di inchiostro correnti; è possibile regolare alcune impostazioni di base dall’interno dell’app, ma per qualcosa di più avanzato, si deve ricorrere l’interfaccia utente web della stampante in una finestra del browser, che si può rivelare spesso scomoda e scorrelata dal nostro concetto di “smart

Sullo smartphone  si può scaricare l’app HP Smart direttamente dal proprio store oppure configurare Google Cloud Print.

Performance

Le velocità di stampa è abbastanza buona, con una stampa di solo testo ci impiega circa 12-15 secondi per stampare, la stampa di pagine con immagini e testo ha richiesto circa 45 secondi, quindi sebbene Tango X non sia la stampante più veloce della gamma HP, è perfettamente adeguata per la stampa occasionale le prestazioni riflettono il livello base che ci possiamo aspettare dal prodotto.

Ovviamente è possibile stampare su supporti di altre dimensioni come foto o volantini 6×4 e Tango X li gestisce abbastanza bene; poiché questo è un dispositivo concepito tecnicamente per uso occasionale, non esiste un vassoio di alimentazione della carta permanente: è necessario sollevare la copertina ogni volta e caricare le pagine oppure lasciarla aperta. 

[ngg src=”galleries” ids=”160″ exclusions=”2464,2467,2468,2469,2470,2471,2472,2473,2475,2476,2477″ display=”basic_thumbnail” thumbnail_crop=”0″ number_of_columns=”3″ show_slideshow_link=”0″ template=”/web/htdocs/www.recensionedigitale.it/home/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/ngglegacy/view/gallery.php”]Purtroppo non esiste uno scanner, ma solamente una funzione che la emula utilizzando la fotocamera dello smartphone e integrando quanto scannerizzato con il software della stampante, di certo una soluzione scomoda.

Software

Anche l’integrazione con altri servizi di archiviazione online di Tango X come Google Drive e Dropbox è limitata, poiché è possibile stampare solo file JPEG o PDF

La stampante è abilitata per il Web, quindi è possibile stampare su di esso da qualsiasi dispositivo, indipendentemente da dove ti trovi; è anche importante notare che non esiste una porta USB standard qui per connettersi al PC, che è un’altra omissione che ci fa storcere il naso.

Conclusione

HP ha deciso di creare una stampante elegante, ed è esattamente quello che hanno fatto con Tango X; si nasconde facilmente quando non viene usata ed è pronta per stampare in pochi minuti quando ne hai bisogno.

La sua velocità di stampa media è perfetta per stampe occasionali o per usi comuni in casa, anche la qualità di stampa per foto è abbastanza decente; purtroppo senza scanner può risultare un po’ limitata per un uso più professionale e non adatta per molti.

Foto

[ngg src=”galleries” ids=”160″ exclusions=”2477″ display=”basic_slideshow” gallery_width=”780″ gallery_height=”520″ arrows=”1″ show_thumbnail_link=”0″]

HP Tango X, la recensione: la stampante smart da scrivania
CONCLUSIONE
PRO
Piccola e compatta
Ottima per stampe veloci
Buona connettività sia da PC che mobile
CONTRO
Manca lo scanner
7.5
VALUTAZIONE COMPLESSIVA
COMPRA SU
Ti potrebbe interessare
Fujinon GF100-200mmF5.6 R LM OIS WR: arriva il teleobiettivo zoom per il sistema nedio formato Fujifilm