SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM 🥰

Dune, la recensione: è il film dell’anno?

Siamo felici di presentarvi la recensione di uno dei film più costosi del 2021 (ben 165 milioni di dollari), presentato il 3 Settembre 2021 alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia, e uscito il 16 Settembre in tutte le sale italiane; parliamo di Dune.

Dune è stato uno dei film più attesi del 2021, sia per l’imponente cast presente nel film, fra cui spiccano Thimothée Chalamet e Zendaya (giusto per citarne alcuni), sia per la sua realizzazione e l’abbondanza di effetti speciali e la presenza di uno dei migliori compositori cinematografici dei nostri tempi, Hans Zimmer

Premessa

Il film è stato tratto dall’omonimo romanzo fantascientifico “Dune” di Frank Herbert del 1965, e non vi è nessuna rielaborazione, risultando una trasposizione cinematografica dello stesso libro, cercando di rappresentare il mondo creato da Herbert nel modo più fedele possibile. Questo film non è il primo ispirato a questo romanzo, infatti vi è il più datato Dune di David Lynch del 1984, che però è un interpretazione più personale rispetto alla rappresentazione fedele del Dune che ha cercato di darci Denis Villeneuve, introducendoci nel viaggio in questo fantastico mondo.

Trama

Una scena ambientata in Dune
Una scena ambientata in Dune

Il film è ambientato in un futuro governato da un potentissimo imperatore. Le zone dell’impero sono divise in feudi che vengono dati in gestione alle famiglie nobili. Viene trattata la storia del giovane Paul Atreides (Thimotheè Chalamet) figlio del Duca Leto (Oscar Isaac) e della madre Lady Jessica (Rebecca Ferguson), unico ereditario della famiglia Atreides. Quest’ultima viene chiamata nella gestione del pianeta Arrakis, una terra molto ambita per la presenza di una pregiatissima “spezia” che regala a chi la assume poteri sovrumani. Arrakis si dimostra un pianeta difficile sia per la sua invivibilità sia per il rischio di rivolte da parte dei Fremen, il popolo autoctono del pianeta.

A lungo andare la presenza della casata degli Atreides, dietro anche ulteriori interessi politici e di potere, verrà sempre più mal vista da parte delle altre famiglie nobili dell’impero, scatenando una guerra per la supremazia. Paul dimostrerà di valere molto di più di quello che credeva e sarà capace di gesti eroici. Ma questo è solo l’inizio…

Commento

Dune? Beh che dire, non passerà sicuramente inosservato. Se avete visto il “Dune” di Lynch non c’è nessun problema, non è una sua brutta copia, anzi, sono due opere che puntano su versi opposti.

Prima di tutto c’è da svelare un piccolo segreto, Dune è solo la prima parte, di conseguenza sicuramente ci sarà un Dune 2, in cui si concluderà la storia. Il film in se è bello, piacevole, Villeneuve ha fatto un buon lavoro anche se leggermente caotico all’inizio, ma quando partono le colonne sonore di Hans Zimmer, che ti fanno letteralmente vibrare sulla sedia, tutto passa.

Purtroppo, c’è una cosa che non riusciamo a toglierci dalla testa, questo film ci ha dato tanto l’impressione di essere una macchina sforna soldi, non male nel complesso, anzi interessante, però con un cast stellare, un buon regista e Hans Zimmer che ti compone le colonne sonore possiamo dire che è dura sbagliare. Dune poteva risplendere un po’ di più ma tutto sommato è un film che quest’anno si deve andare a vedere, soprattutto e solo in sala al cinema.

Conclusione

L'attrice Zendaya in una scena del film
L’attrice Zendaya in una scena del film

Se siete amanti dei film futuristici, del fantasy e di tutta l’azione possibile immaginabile allora questo film fa assolutamente al caso vostro, punterà sicuramente alla vittoria degli Oscar nella sezione “migliori effetti speciali” ma anche la colonna sonora non è da meno. Se invece non siete amanti dei film d’azione/fantascientifici, andate a vedervelo lo stesso, perché, in generale, è assolutamente un ottimo esempio di film del suo genere ed è sicuramente godibile nella sua visione.

L’unica cosa storta è la poca identità di questo film che da un’unica interpretazione a tutta la storia, risultando, almeno nella prima parte, un po’ scarna di avvenimenti e la trama, di conseguenza, risulta, secondo il nostro parere,  leggermente vuota (probabilmente la cosa si nota maggiormente se avete già visto il film di Lynch). Ma aspettiamo con ansia la seconda parte di Dune per farci smentire e per scoprire come questa avventura continuerà.

Dune, la recensione: è il film dell’anno?
CONCLUSIONE
Se siete amanti dei film futuristici, del fantasy e di tutta l'azione possibile immaginabile allora questo film fa assolutamente al caso vostro, punterà sicuramente alla vittoria degli Oscar nella sezione "migliori effetti speciali" ma anche la colonna sonora non è da meno.
PRO
Effetti speciali
Sonoro di Hans Zimmer
Visivamente spettacolare
CONTRO
Trama della prima parte poco elaborata
8
VALUTAZIONE COMPLESSIVA

I più venduti su Amazon

Ultimo aggiornamento 2021-10-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API