Il gelato perfetto per te? Lo trovi con Oplà!

Senza lattosio o gluten free, biologico o vegano: sono tanti i gelati confezionati disponibili al supermercato, ma come fare a scegliere quello più sano e adatto alle proprie esigenze alimentari?

Il gelato è uno dei cibi simbolo dell’estate e riesce a mettere d’accordo davvero tutti: alla frutta o alla crema, artigianale o confezionato, in versione cono o coppetta. Oplà, l’app 100% italiana che aiuta a valutare i prodotti alimentari e a scegliere i più sani e adatti alle proprie esigenze, vanta un database di quasi 1.000 prodotti tra sorbetti, gelati e ghiaccioli disponibili nei supermercati. Grazie agli score messi a punto dal team di nutrizionisti, basta scannerizzare il codice a barre di un prodotto o cercarlo nell’App per trovare il “migliore” più in linea con le proprie esigenze. È importante, però, ricordare sempre che la frequenza di consumo di questi prodotti dovrebbe essere occasionale!

Celiaci all’ascolto, ecco i migliori gelati gluten free venduti al supermercato

Per anni considerato un vero prodotto di nicchia e quasi introvabile, oggi è un’alternativa che non può assolutamente mancare nel freezer. La classifica di Oplà vede al primo posto Babasucco Stecchi: senza grassi, senza lattosio e dolcificato con solo sciroppo d’agave. Gli score nutrizionali sono ottimi (dall’8 in su), grazie soprattutto al basso apporto calorico, che non supera le 70 Kcal per porzione, e all’originalità e naturalità dei gusti, ispirati ai loro iconici estratti. Un esempio fra tutti? Finocchio e mela con sedano!

Altri prodotti perfetti per il carrello dei celiaci sono quelli firmati Algida: tra i migliori, con uno score nutrizionale sopra a 7.5, troviamo quelli della linea Solero nei gusti Strawberry Smoothie, Pineapple Smoothie e Juicy Pesca, con una nota di merito per quest’ultimo che è anche bio. A seguire, per gli amanti degli abbinamenti tradizionali ma con un tocco goloso, troviamo anche La Cremeria – Motta con una combo di crema al mascarpone e sorbetto alla fragola, e uno score di 6.8. Infine, con uno score di 6.6, un grande classico amato da grandi e piccini: il Fior di Fragola!

Il gelato non è più un taboo per gli intolleranti al lattosio!

 

 

Il popolo degli intolleranti al lattosio cresce a vista d’occhio ed ecco che oggi, finiti i tempi in cui i gelati alla soia erano l’unica alternativa valida al gelato tradizionale, l’industria gelatiera è chiamata a escogitare nuove ricette e nuove strategie capaci di conciliare necessità e gusto. Lo score nutrizionale non lascia dubbi: tra le alternative lactose free le prime posizioni della classifica sono saldamente occupate dalle vaschette di gelato artigianale Yulty, con un punteggio che va da un minimo di 6.9 a un massimo di 7.9. Ce n’è davvero per tutti i gusti: i tradizionalisti non potranno che apprezzare i loro grandi classici come il caffè, il cacao e il fiordilatte; per i più audaci, invece, imperdibile una variante ricercata come quella al gusto arachide.

Valide alternative anche per gli amanti del gelato allo yogurt che troveranno degli ottimi prodotti nell’offerta di frozen yogurt di Latteria Sociale Merano. Attenzione ai gusti però, non tutti infatti hanno uno score nutrizionale che supera la sufficienza: ad oggi il punteggio più alto se lo aggiudica il gusto Yogurteria Nocciola. Infine, troviamo ancora La Cremeria Motta che grazie a tre cremosi abbinamenti con un punteggio oltre la sufficienza, tra cui “pistacchio e cioccolato” e “fiordilatte e nocciola”, pensa alle papille degli intolleranti più golosi.

A tutto Bio, ma senza salti di gioia.

Anche nel settore del biologico, l’offerta si è davvero ampliata negli ultimi anni. Molti brand, infatti, hanno deciso di mettere in primo piano l’aspetto qualitativo, producendo gelati biologici più “salutari” di quelli tradizionali. Per tutti quelli che associano le parole “biologico” e “benessere”: attenzione! Questo binomio non è veritiero per tutti i prodotti. Nel caso dei gelati confezionati, infatti, sono ancora pochi quelli con un buono score nutrizionale. Ad oggi è possibile trovare una grande varietà di sorbetti e ghiaccioli, anche con gusti molto originali, tra i gelati bio migliori, però, troviamo solo la linea biologica di Carte D’Or, ma lo score nutrizionale sfortunatamente non raggiunge ancora la sufficienza.

Voglia di dolce…vegan friendly!

Ormai da diverso tempo, il gelato per gli italiani è diventato anche vegetale, ecco perché sono sempre di più le aziende che decidono di aderire a standard di garanzia per affermare la loro presenza nel mondo del gelato dairy-free. Tra gli oltre 1000 gelati e prodotti per la gelateria riconosciuti dal marchio VeganOk, gli stecchi Babasucco la fanno da padrone, specialmente per il loro score nutrizionale. Notevole, infine, anche la varietà di sorbetti, tra cui quelli a marchio Tonitto, tutti rigorosamente a base di frutta.

Altre storie
Samsung, ecco il dispositivo pieghevole con Infinity Flex Display