Acer Predator Orion 9000: la belva con Core i9 e 128 GB di RAM

Berlino, 30 Agosto, 2017 – Acer ha annunciato oggi un ampliamento della sua linea di gioco premium Predator, che include la serie di desktop Predator Orion 9000 con Windows 10, il più potente finora; il monitor Predator X35 che usa le tecnologie NVIDIA® G-SYNC™ e Acer HDR Ultra™ per una performance ultra-armoniosa e visuali sorprendenti. Acer offre inoltre nuovi mouse e cuffie Predator per permettere divertimento e controllo del gioco.

Acer Espande il suo arsenale Predator Gaming con PC potenti, belli dentro e fuori, e un monitor HDR da 35 pollici

Acer Predator Orion 9000 è una piattaforma eccezionale per il gioco e la creazione di contenuti in grado di supportare fino a 4 schede grafiche e processori fino a 18 core. Acer Predator X35 il monitor curvo con NVIDIA® G-SYNC™ e Acer HDR Ultra™ per consentire ottime visioni. I nuovi accessori Predator completano l’esperienza di gioco premium.

Potenza invisibile

Progettata per intimidire i nemici e ispirare il gioco, l’imponente estetica della serie Predator Orion 9000 presenta un esterno nero e argento simile ad un’astronave con un’illuminazione RGB personalizzabile ai lati. Una grande finestra laterale mostra i potenti ed impressionanti interni con un design che tiene sotto controllo i livelli di interferenza elettromagnetica (EMI) nonostante la grandezza dell’apertura. Delle ventole opzionali con illuminazione RGB personalizzabile creano un gioco di luci virtuale per un aspetto finale che cattura ancora di più l’attenzione. Dotato di due maniglie e ruote rivestite con un motivo in fibra di carbone, le nuove attrezzature possono essere spostate facilmente da un posto all’altro. I pannelli laterali tool-less rendono gli upgrade dei componenti facili e il coperchio push-open permette agli utenti una via veloce per switchare le ventole. L’accesso frontale al supporto per le cuffie e comando dei cavi aiuta a tenere pulita la zona di gioco.

“Il Predator Orion 9000 è il PC più potente che abbiamo mai creato, supporta fino a 4 schede grafiche e processori 18 core, è una piattaforma che spinge i giocatori e gli utenti di grafica oltre i propri sogni.” – afferma Jeff Lee, General,Manager, Stationary Computing, IT Products Business, Acer 

Il sistema di raffreddamento a liquido e l’IceTunnel 2.0 mantengono le temperature interne basse

La serie Predator Orion 9000 è dotata di un sistema di raffreddamento a liquido e dell’Acer IceTunnel 2.0 per mantenere la temperatura bassa mentre il gioco si scalda. L’IceTunnel 2.0 è una soluzione termica di gestione del flusso d’aria, basata sulla separazione del sistema in diverse zone per l’espulsione del calore. I pannelli di rete metallica sul fronte e sulla sommità permettono l’entrata di aria fredda e l’uscita di aria calda in eccesso, mentre più di cinque ventole da 120 mm su fronte, sommità e retro immettono aria fredda attraverso lo chassis.
Parte del flusso d’aria viene rediretta verso il retro della scheda madre per raffreddare gli spazi di archiviazione. Le schede grafiche presentano delle ventole per espellere il calore dal retro,
mentre l’alimentatore è autosufficiente per evitare interferenze termiche.

Una Piattaforma Eccezionale per il gioco e la creazione di Contenuti

Acer, uno dei maggiori produttori a proporre le ultime grafiche AMD Radeon™ RX Vega su un desktop di gioco, alza il livello con la capacità di supportare più di 4 schede grafiche Radeon RX Vega per permettere una visualizzazione fotorealistica, in tempo reale ad alta risoluzione in stereo e ad alti tassi di aggiornamento. I giocatori hanno inoltre l’opzione di due schede NVIDIA® GeForce® GTX 1080Ti in SLI, che supportano facilmente la realtà virtuale.

“Siamo emozionati che Acer abbia scelto le schede grafiche AMD Radeon™ RX Vega per il PC più performante che abbiano mai progettato. RX Vega è un complemento perfetto per il Predator Orion in termini di bellezza e potenza. Un singolo RX Vega permette una risoluzione altissima e precisa, mostrando 60 frame al secondo. E con le nuove componenti all’avanguardia come l’High Bandwidth Cache Controller e il Rapid Packed Math, i gamer possono solo aspettarsi che il loro  sistema funzioni meglio mentre nuovi titoli continuano ad emergere per sfruttarli al meglio ,” – ha detto Scott Herkelman, VP eGeneral Manager, Gaming, Radeon Technologies Group, AMD.

Il Predator Orion 9000 offrirà fino a processori 18 core all’ultima moda Intel® Core™ i9 Extreme Edition e fino a 128 GB di memoria DDR4 a quattro canali, permettendo la gestione di tasks
intensive di computing con facilità e allo stesso tempo offrendo una performance eccezionale.
“Il nuovo processore Intel Core X-series alza il livello di ciò che è possibile con un computing desktop, per un’incredibile performance ed estrema potenza,” ha detto Anand Srivatsa, General
Manager del Desktop Platform Group, Intel. “Questo livello di potenza senza precedenti è a visualizzazione intera grazie alla forte partnership tra Acer con il Predator Orion 9000 e il
processore Intel Core i9 Extreme Edition.”

La funzione One-punch overclocking permette ai giocatori di selezionare la performance turbo semplicemente premendo un pulsante.

L’eccellente connettività include due porte USB 3.1 Gen 2 (una Type-C e una Type-A), otto porte USB 3.1 Gen 1 (una Type-C e sette Type-A) e due porte USB 2.0 (Type-A). La serie
Predator Orion 9000 supporta un totale di tre slots M.2 per ampliare la potenza e capacità del
PC, e quattro slots PCIe x16 per l’espansione delle schede video.

Prezzi e disponibilità

  • La serie di desktop per il gaming Acer Predator G9 sarà disponibile nei paesi EMEA da novembre a partire da €1,999.
  • Il monitor Predator X35 sarà disponibile nel primo quarter del 2018.
  • Le cuffie da gaming Predator Galea 500 sarà disponibile nei paesi EMEA da novembre a €299.99.
  • Il mouse da gaming Predator Cestus 500 sarà disponibile nei paesi EMEA da novembre a 89.99.

 

Davide Donada Scritto da:

Sono un grande appassionato di informatica, fotografia e grafica digitale.
Mi piace testare i nuovi prodotti tecnologici usciti sul mercato.