Samsung punta sull’IoT: ecco le novità presentate al CES 2018

HS.KIM (1)

Samsung Electronics al CES 2018 presenta la sua visione sul futuro dell’Internet of Thing, che include le nuove tecnologie nell’ambito delle auto connesse, la casa, l’ufficio e la mobilità!

Al CES 2018 di Las Vegas, Samsung afferma un ammontare di investimenti in ricerca e sviluppo di ben 14 miliardi di dollari, dedicati all’innovazione nel settore IoT. Questo investimento porterà Samsung a poter offrire ai consumatori un ecosistema composto da dispositivi connessi e dotati di intelligenza artificiale entro il 2020.

 

Tim Baxter (1)

Le sfide di Samsung

  • Internet of Things – IoT
    Affinché l’IoT possa diventare realmente accessibile, è necessario oggi pensare all’innovazione come elemento aperto e scalabile. Grazie a un solido portfolio di prodotti tra i quali TV, elettrodomestici e smartphone e alla leadership dell’azienda per la connettività 5G, Samsung si ritrova in una posizione ottimale per offrire al mercato un ecosistema IoT aperto tramite SmartThings.
  • Intelligenza Artificiale
    Samsung ha anche creato un nuovo centro dedicato alle AI (intelligenze artificiali) come parte integrante dei propri laboratori di ricerca già esistenti. Il lavoro del nuovo centro AI, dislocato nel 2018 su quattro laboratori a Toronto, Montreal, Cambridge (Regno Unito) e in Russia, sarà completato dalle attività già in corso in Corea e nella Silicon Valley, con il fine di far crescere ancora di più le ambizioni dell’azienda nell’ambito delle intelligenze artificiali.

Il nuovo ecosistema IoT

Samsung si concentra nella creazione di un nuovo ecosistema, dimostrando le potenzialità dell’IoT in tre ambiti differenti e complementari, Casa domotica, ufficio e mobilita.

Casa domotica

A partire da quest’anno, ogni Samsung Smart TV potrà diventare uno strumento di connessione tra dispositivi, consentendo di accedere ad applicazioni, foto, contenuti multimediali e altro ancora. I nuovi Samsung Smart TV saranno parte della piattaforma SmartThings Cloud, grazie alla quale, ad esempio, possono interagire con il nuovo frigorifero Family Hub.

Family Hub, il frigorifero intelligente

Il nuovo frigorifero Family Hub consente agli utenti di pianificare i programmi levisivi, i pasti e altro ancora, indipendentemente dallo schermo. Il Family Hub diventa così il centro di comando della casa connessa, integrando nuove funzioni come Meal Planner, l’app pensata per creare ricette basate sulle preferenze o sulla dieta dei membri della famiglia, ma anche “leggendo” le date di scadenza dei cibi.

Lavaggi più veloci con la Lavatrice smart

La nuova lavatrice smart compatta riduce i tempi di lavaggio del 35% rispetto agli altri modelli, e grazie alle sue dimensioni compatte e alle sue elevate performance rappresenta la soluzione ideale per le casa moderna. A differenza delle lavatrici convenzionali che spostano i vestiti ripetutamente su e giù durante il ciclo, la tecnologia QuickDrive muove i capi all’interno del cestello dall’alto verso il basso e aggiunge un movimento in avanti e indietro utilizzando la piastra posta sul retro, portando una doppia azione dinamica che rimuove rapidamente e delicatamente la sporco e fornisce un ciclo di lavaggio intenso e completo.

Il modello WW6850N è predisposto all’utilizzo dell’IoT ed è dotato di un assistente di lavaggio chiamato Q-rator, che fornisce tre funzioni chiave per aiutare a gestire il bucato in maniera semplice (Laundry Recipe; Laundry Planner; HomeCare Wizard).

Ufficio

Samsung sta ridefinendo il concetto tradizionale di ufficio presentando Samsung Flip, un nuovo prodotto pensato per riunioni e lavori di gruppo che semplifica la collaborazione connettendosi con telefoni e notebook per permettere alle persone di condividere velocemente contenuti e idee all’interno di un gruppo di lavoro. Diamo uno sguardo al modello WM55H da 55″!

Mobilità

Samsung guida il passaggio verso le reti 5G, destinate a migliorare l’esperienza di connessione, grazie alla realizzazione dei primi test di una connettività 5G fino a 100 volte più veloce della 4G LTE oggi disponibile sui telefoni. Grazie alla connettività 5G, Samsung ha potuto presentare la propria visione per una guida più sicura e più efficiente. Il Samsung Digital Cockpit combina connettività 4G LTE e 5G con i display Samsung per nuove esperienze di connessioni che coinvolgono l’informazione, l’entertainment e il controllo degli stili di vita sempre connessi, integrando anche Bixby per il controllo vocale. La Telematics Control Unit (TCU) può caricare e scaricare dati più velocemente e consentire la comunicazione tra veicoli, ponendo le basi per migliori soluzioni di guida autonoma.

HARMAN International, e Samsung Electronics Co. hanno mostrato diverse soluzioni per l’auto connessa, facendo leva su una visione del mondo in cui è importante connettere le vite delle persone, che siano a casa, in mobilità oppure in un’automobile. La novità porterà sui nuovi veicoli un nuovo cruscotto digitale, nuove soluzioni di connettività tra cui la prima soluzione telematica 5G-ready del mercato automotive e un ecosistema di partner e soluzioni basate sulla piattaforma aperta Samsung. HARMAN e Samsung hanno inoltre mostrato un primo esempio di implementazione pratica delle ultime novità, realizzato grazie alla collaborazione con TTTech.

Deduzioni

Queste sono le novità più importanti e degne di nota presentate al CES 2018 di Las Vegas che riguardano la visione dell’IoT di Samsung, che è stata pronta a scommettere nella creazione di un’ecosistema interconnesso e finalmente pronto per entrare nella vita di tutti i giorni. C’è chi è eccitato all’idea di possedere tutta questa tecnologia nelle proprie mani per ottenere tutti i vantaggi, e chi invece è ancora scettico per via di eventuali problemi sulla sicurezza, un argomento delicato di cui l’IoT deve affrontare.

Dopo gli attacchi informatici di Meltdown e Spectre, che hanno causato dei danni ai chip Intel, e di KRACK, danneggiando le connessioni WiFi con protocollo WPA2, è stato annunciato l’introduzione del nuovo standard di sicurezza WPA3, che tra gli altri obiettivi ha quello di aumentare la sicurezza proprio nell’ambito IoT.

La domanda è: questo standard sarà abbastanza per risolvere del tutto questo “problemino”?

Scritto da
Ciao a tutti! Sono un grande appassionato del mondo del networking e dell'IoT. Mi piace restare aggiornato con le nuove tecnologie, sia Windows che Linux.

Dì la tua!

0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: