Crosscall Trekker X4, la recensione: il rugged con un Action Cam integrata!

Diversi mesi fa ho avuto il piacere di provare il Trekker X3, smartphone “rugged” dell’azienda francese, che mi stupì per come è stato costruito e per le sue caratteristiche da selvaggio. Oggi vi porto invece la recensione del suo successore l’X4, che oltre alla sua resistenza contro tutto, è ottimizzato davvero bene lato software, cosa che non mi è piaciuta nel modello precedente. Iniziamo subito a parlare di questo Trekker X4, rugged Top di gamma di Crosscall.

UNBOXING

Crosscall ci ha abituato ormai ad avere delle confezioni di vendita davvero ricche e anche molto belle da vedere. Infatti è una scatola nera di pregevole fattura che si apre a libro, dove troviamo ovviamente lo smartphone, il caricatore da parete Quick Charge 5V-3A/9V-2.7A/12V-2A, il cavo Usb Type C, un paio di cuffie in-ear certificate IPX6 (contro acqua e polvere), un laccio di sicurezza, un blocco per lo smartphone da utilizzare con i vari accessori (ne parleremo alla fine della recensione) e la manualistica.

COSTRUZIONE

Essendo uno smartphone Rugged questo Trekker X4 è pensato per chi svolge sport estremi o per chi lavora in luoghi pericolosi dove avere uno smartphone con queste caratteristiche può essere fondamentale. Come detto precedentemente questo X4 è uno smartphone resistente a tutto: acqua, polvere, terra, acqua marina, vari liquidi, cadute ecc; questo grazie alla sua conformità con lo standard americano militare MIL-STD 810G e alla sua certificarzione IP68 (può essere immerso in acqua o qualunque altro liquido fino a 2 metri di profondità). Lo smartphone ha un guscio in TPU che lo protegge dai vari urti e lo aiuta a sopportare temperature estreme che vanno da -25° a +50°. Ho pubblicato infatti sul mio profilo Instagram una foto che ritrae il Trekker X4 nel ghiaccio ad una temperatura di -17°, e ne è uscito indenne. Oltre ad avere una protezione in TPU, sui lati ha due bande in alluminio che servono come collocazione dei testi laterali e per rinforzarlo contro i piegamenti. Dopo aver citato le sue caratteristiche analizziamolo nel dettaglio guardandolo in tutte le angolazioni:

  • Lato destro: qui troviamo l’ottimo sensore d’impronte (molto preciso però per sbloccare lo smartphone si deve prima premere il tasto e poi l’impronta viene riconosciuta, quindi non è proprio immediato, ma il riconoscimento è molto veloce), il foro per agganciare il blocco e il tasto personalizzabile;
  • Lato sinistro: troviamo lo slot per la NanoSim e la MicroSD (rinuciando all’espansione di memoria si può usufruire della seconda SIM), il bilanciere del volume e il foro per agganciare il blocco;
  • Lato superiore: qui abbiamo l’entrara jack da 3.5mm;
  • Lato inferiore: abbiamo la porta USB Type C;
  • Fronte: abbiamo un display da 5.5″ con risoluzione FULLHD, in tecnologia IPS con un vetro Corning Gorilla Glass 5 rinforzato, la fotocamera anteriore da 8 megapixel, la capusula auricolare e la sensoristica;
  • Retro: qui c’è la grande novita, infatti abbiamo la fotocamera principale da 12 megapixel con flash a doppia tonalità,il sensore per la messa a fuoco laser, l’ X-LINK (un sistema di connessione magnetica al quale ci si può collegare diversi accessori), il doppio speaker e l’ACTION CAM INTEGRATA (ma ne parleremo meglio nella sezione dedicata alla fotocamera).

Ovviamente essendo un rugged le dimensioni sono abbondanti, infatti sono di 162.6x82x12.85mm per un peso di ben 250gr. Certo non è uno smartphone compatto e in tasca si fa sentire eccome, ma è un compromesso con l’enorme qualità costruttiva.

PROCESSORE

Parliamo ora del cuore di questo Trekker X4, infatti al suo interno troviamo uno Snapdragon 636, Oct-aCore 2.2 GHz, con Adreno 512, 4GB di Ram e 64GB di memoria interna espandibile tramite MicroSD. Stiamo parlando di un SoC di medio gamma, che offre comunque delle buone prestazioni anche se non eccellenti, ma sicuramente sufficienti. Se si sceglie uno smartphone di questa categoria non lo si fa certamente per la potenza del suo processore, ma questo 636 non vi lascerà delusi. Ecco i risulati di ANTUTU:

DISPLAY

Come detto, su questo X4 abbiamo un display da 5.5″, con risoluzione FULLHD, in tecnologia IPS con un vetro Corning Gorilla Glass 5 rinforzato. La qualità generale di questo display non è male, i colori sono riprodotti fedelmente, il sensore di luminosità si adatta abbastanza velocemente al cambiamento di luce, forse l’unica critica che si può fare è sui neri (guardando di taglio vira moltissimo al grigio)  e sugli angoli di visione non eccezionali. Ma tutto sommato è un buon display, non tra i migliori sul mercato ma decisamente nella media. Peccato che nelle impostazioni non ci sia la possibilità di modificare il bilanciamento del bianco o la tonalità dei colori. Su un Top di gamma ci dovrebbe essere questa possibilità.

FOTOCAMERA

Parliamo subito di questa ActionCam integrata che Crosscall ha voluto inserire nel suo Top di Gamma. E’ possibile accedere all’ActionCam tramite l’app integrata X-Cam dove si ha la possiblità, tramite la tecnologia Panomorph, di effettuare riprese in 4K con 4 differenti angoli di scatto, 88°, 110°, 140° e 170°. Inoltre si ha la possibilità di registrare video in Slowmotion a 120 fps, c’è la funzione del Time-Lapse ( da 1, 2, 5, 10, 30, a 60 secondi), la possibilità del Live Streaming e la DashCam dedicata a registrare delle azioni passate (è possibile tenere in memoria gli ultimi 30, 60 o 90 secondi precedenti all’avvio della registrazione). Queste sono tutte le possibilità che vi offre questa ActionCam, davvero completa e molto divertente da usare, io non pratico sport estremi ma mi sono divertito a registrare dei Time-Lapse un pò dapperutto. La fotocamera “standard” come detto è la 12 megapixel e non è sicuramente tra le migliori, infatti soffre molto in condizioni di poca luce lasciando zone non messe a fuoco e si nota anche un pò d’impastamento. Stesso discorso per la fotocamera Anteriore da 8 megapixel.

AUDIO

Una pecca che ho riscontrato su questo Trekker X4 riguarda proprio l’audio in uscita. Non tanto per la qualità, anzi sotto questo punto di vista è sicuramente sopra la media con un suono alto e corposo e con buoni bassi, ma per la posizione degli speaker. Purtroppo sono stati collocati nella parte posteriore dello smartphone e quando lo si tiene appoggiato su un piano il suono viene coperto. Sarebbe stato decisamente meglio posizionarli altrove. Nessun problema dalla capsula auricolare.

SOFTWARE E CONNETTIVITA’

Questo smartphone viene commercializzato con Android 8.1 Oreo e attualmente sono installate le patch di sicurezza di Ottobre 2018. Sono pochissime le personalizzazioni da parte del produttore, solo alcune app come la X-GALLERY, X-CAM e la più interessante la X4-SENSORS. Quest’ultima app è davvero utile e dà la possibilità di avere a disposizione diversi strumenti, molto utili per chi svolge sport estremi o per chi è appassionato di running tra i boschi, infatti si ha a disposizione il termometro, igrometro, la bussola, l’accellerometro, il barometro, l’altimetro, il GPS, il sensore di prossimità, il sensore di luce, il bluetooth, le reti, la batteria, l’uv sensore. Questi strumenti sono tutti in tempo reali grazie a tutti i sensori disponibili nello smartphone, alcuni infatti sono visibili nei fori giu a destra. Il resto è praticamente Android Stock, che va abbastanza bene però non aspettatevi che sia un fulmine, il passaggio da un app all’altra non è rapidissimo, ma tutto comunque va nel modo giusto. Una pecca però l’ho notata, cosa che non mi è piaciuta nel suo precedente modello, Crosscall è un pò lenta nell’aggiornare i suoi smartphone, infatti le patch sono ancora ad Ottobre e non si sa se e quando arriverà Android Pie. Questo dispositivo dual SIM supporta le reti LTE e la a/b/g/n/ac. Il Bluetooth è alla versione 5.0, mentre, sempre parlando di connettività, abbiamo il GPS, la radio FM e l’NFC.

AUTONOMIA

Questo Trekker X4 è alimentato da una batteria da 4400mAh, che fa davvero egregiamente il suo lavoro. Personalmente sono arrivato a fare più di una giornata e mezza di utilizzo, raggiungendo le 7H di display attivo. A differenza del predecessore questo X4 ha davvero un’ottima autonomia.

CONCLUSIONE

Allora, per concludere posso dire che sicuramente questo Crosscall Trekker X4 mi è piaciuto, certo è che non è lo smartphone adatto alle mie esigenze, ma per chi è alla ricerca di device di questo tipo può andare sul sicuro. Il prezzo non è molto abbordabile, circa 600€, ma è il problema di tutti i device di questo genere.

Pro
  • ActionCam professionale
  • Restistente a tutto
  • App X-Cam davvero ben fatta
  • Ottima autonomia
Contro
  • Fotocamera Standard non di altissimo livello
  • Software non aggiornatissimo
  • Molto pesante
  • Non velocissimo
7.7
Discreto
Software - 7.5
Hardware - 7
Display - 7
Fotocamera - 9
Autonomia - 8

Dì la tua!

3 0